martedì 3 gennaio 2012

LOVE IS... salutare insieme il nuovo anno


Finalmente riesco a passare per augurare buon anno a tutti!
Scrivo col solito mal di gola post-feste natalizie e lo stomaco un pò sottosopra per via delle abbuffate di questi giorni. 
Con le solite forse stupide speranze per l'anno che verrà e i buoni propositi che probabilmente già a febbraio saranno dimenticati.
Anche il 31 dicembre, il giorno che più odio in assoluto dopo ferragosto, è andato meglio del previsto.
Ogni anno è la stessa storia, non ho ben capito perchè è stato deciso che in quel determinato giorno si deve necessariamente fare qualcosa.  
Ansia, fibrillazione.
E a casa di chi si fa il cenone? E chi cucina? E cosa mangiamo? Ma se quest'anno andassimo in qualche ristorante e ci togliessimo il pensiero? E dopo la mezzanotte che facciamo? 
Solitamente io e i miei amici brancoliamo nel buio fino al pomeriggio. Poi decidiamo di andare alla solita festa in villa o in discoteca, lamentandoci per lo sproposito che abbiamo dovuto pagare per una serata normalissima, che un sabato qualunque ci sarebbe costata la metà, se non un terzo del prezzo del biglietto del 31.
Quest'anno inspiegabilmente io ero già organizzata con A. da prima di Natale.
Un suo amico ha una casa in montagna e l'aveva messa a disposizione.
Mi vedevo già a salutare la mezzanotte vicino al camino, ma i cattivi presagi non tardano ad arrivare. Dentro di me so già che i miei progetti andranno in fumo.
Comincia la macchina di A. a decidere che è il momento di spegnersi definitivamente il giorno prima. Il meccanico ne annuncia la triste, non tanto prematura dipartita.
Pazienza, troviamo alcuni amici che ci daranno volentieri un passaggio.
Io preparo la mia valigetta con abbigliamento montano, sono quasi tentata di comprare un adorabile paraorecchie (si vede che sono proprio una "ragazza di mare"). Prendo l'autobus per raggiungere A. che naturalmente ha lavorato per tutte le feste! Sto cucinando le lenticchie per il cenone quando alle 14:00 del 31 dicembre il telefono squilla.
La strada è ghiacciata e l'amico di A. non se la sente di mettere a rischio 30 persone (altra "gente di mare" come noi, che non ha dimestichezza con catene da neve e affini). La festa è spostata a casa di ignoti in città.
TRAGEDIA, DISPERAZIONE, LA MALEDIZIONE DELLA VIGILIA DI CAPODANNO SI E' ABBATTUTA SU DI NOI. FAMMI ANDARE A COMPRARE UN PAIO DI SLIP ROSSI, CHE NON SONO SUPERSTIZIOSA, MA NON SI SA MAI.
Il mio romantico "bianco" Capodanno è ormai andato, ma parto positiva: "Ci divertiremo lo stesso... Certo conosciamo solo 4 persone, ma questo già lo sapevo".
"Ehm tre..."
"Come tre?"
"M.a ha lasciato M.o, dicendogli che in due anni non si è mai sentita completa con lui. Sai M.o l'ha presa un pò male."
"E direi...Lei l'ha capito a Natale di essere incompleta?Ok, quindi ricapitolando conosciamo 2 persone e 1 depresso".

Alle dieci arriviamo nella casa "ripiego", mi si presentano 25 persone in 30 secondi e ricordo forse due nomi. Siamo in uno di quei quartieri in cui non ti vorresti mai trovare la notte del 31. Per strada vendono botti illegali e mi riprometto di stare lontano delle finestre a mezzanotte.
"Ciao come stai?? Non ci vediamo da tantooo"
"Eh insomma, non è che mi andava molto di festeggiare stasera. Ieri mi hanno detto che non mi rinnovano il contratto. Dopo cinque anni mi hanno buttata in mezzo a una strada"
"Azz... Mi dispiace, non immaginavo. Ho saputo però che ora andate a sciare, almeno ti tiri un pò su il morale. Vedrai ch ele cose migliorano (e tante altre banalità che ho messo in fila una dopo l'altra perchè in questi casi io non so proprio che dire)".
"Eh sì, peccato che non sto neanche bene. Sono sotto antibiotico, spero di non peggiorare".

OK, rettifico, conosciamo 2 persone e 2 depressi.
Poi ci sediamo a tavola: sarà il cibo, sarà il vino, cominciamo a divertirici e chiacchierare. Aspettiamo la mezzanotte. Stappiamo lo spumante.
Inizio l'anno tra le braccia di A. e non mi importa più del camino, della neve, di non ricordarmi i nomi di chi mi sta intorno:realizzo che essere con lui basta a salvare la serata.


E a voi com'è andata la vigilia di Capodanno? Avete passato una serata tranquilla o siete stati a ballare fino all'alba? :)




8 commenti:

  1. Sono anni che non passo il capodanno con lui...dinamiche familiari che non starò qui ad elencare...e così cerco di passare un capodanno in qualche modo...quest'anno ero più depressa del solito e mi sono fatta trascinare da mia sorella a una festa...l'alcol ha fatto il resto...ma io quest'anno prenoto per me e per lui ad agosto, in qualche bel posto che non abbiamo ancora visto...se i Maya ci fanno la grazia, io a capodanno sono abbracciata a lui in qualche bella capitale europea...:-)

    Tanti auguri cara!! Buon 2012 ricco di ammmore e di tante cose belle! ;-D

    RispondiElimina
  2. Alla fine la cosa più importante è passare la serata tra le braccia del proprio lui, il resto non importa ^_^

    La mia serata è stato un disastro organizzativo in piena regola XD
    Le lenticchie che ho preparato il giorno prima hanno fatto praticamente esplodere la pentola a pressione (e non sono state mangiate!!), abbiamo portato un macello di roba (da mangiare a da giocare) per niente e la compagnia non è stata di certo delle migliori (salvo la mia migliore amica, che per fortuna non mancava!! ^^)

    Mancava G., purtroppo, ma poco dopo la mezzanotte siamo riusciti almeno a chiamarci ^^
    La vera mazzata è arrivata il 2, purtroppo, sempre da G.: finché non trova lavoro sua madre gli ha proibito di tornare su ^^'
    Insomma, l'anno non è iniziato proprio alla grande... speriamo che migliori andando avanti ^^'

    RispondiElimina
  3. @Strawberry:Noi invece non abbiamo pai passato il Natale insieme, per un motivo o per un altro!Anche io credo sia la miglior cosa organizzarsi e partire...il problema per capodanno sono i prezzi!

    @Eleonora: noooo...mi dispiace tantissimo! Lo so quanto può essere brutta la distanza. Ma questa "suocera" non può essere convinta a cambiare idea? O magari potresti fare un saltino tu giù!

    RispondiElimina
  4. Inizio col dirti: "mi piace un sacco come e cosa racconti!"... grazie di essere unita ai miei follower, lo farò anch'io con molto piacere!
    Il mio capodanno è stato tranquillo ma in pieno amore, in famiglia (nonostante il detto Natale con i tuoi e Cpodanno con chi vuoi) e con l'amore della mia vita!
    allo scoccare della mezzanotte ero come te tra le braccia (Eh che bracciacc =D )del mio lui, una saltellata di musica, qualche botto in lontananza e le magnifiche lanterne volanti che hanno illuminato il cielo davanti ai nostri occhi stupiti..
    urla di gioia, un bellissimo abbraccio a mia sorella (che si merita un anno STRAfelice) e un bel bacio con il moroso da film... ecco..

    il mio capodanno è stato semplice, divertente e in pieno amore.. un caro saluto e a presto! Valerie

    RispondiElimina
  5. Dai che e' andata benone!!!! Auguri in ritardo!!! Bacio!!

    RispondiElimina
  6. Grazie del gentile commento nel mio blog, il tuo (blog) è davvero dolcissimo!

    RispondiElimina
  7. @Valerie: grazie :) mi sono unita anche io con piacere al tuo blog... Mi piace molto seguire i blog nati da poco e vederli crescere!!!
    @Alice: grazie un bacio anche a te!:)

    RispondiElimina
  8. Cosa c'è di meglio di iniziare l' anno con la persona che si ama... Chi se ne frega del contorno se la portata principale è deliziosa!!! Tanti auguri di Buon Anno!
    Robi

    RispondiElimina