domenica 26 febbraio 2012

LOVE IS...immaginare il giorno del proprio matrimonio

o


Reduce da una giornata campale. Ieri matrimonio siculo in grande stile.
Duecentocinquanta invitati. Pranzo infinito. Tutto buono, unico appunto il fatto che tra una portata e l'altra la pausa era così lunga che a un certo punto il mio stomaco ha cominciato a non capire più nulla: "C. hai finito? Posso iniziare la fase digestiva o hai ancora intenzione di trangugiare cibo?"
"Aspetta...aspetta...c'è il dentice al cartoccio...e poi il buffet di dolci. Tieni duro! Stasera ti prometto che non ceno e puoi riposare."
La sposa, mia cugina, molto bella.
Parenti serpenti da evitare con grazia e indifferenza, per via di faide familiari mai sopite.
Mal di piedi allucinante garantito per tutte le donne, causa tacco d'ordinanza.
Uomini insofferenti costretti in giacca e cravatta da mogli, madri e fidanzate.
Piccolo dramma inevitabile: in questo caso la nipotina della sposa che scivola e deve essere portata al pronto soccorso con sospetta frattura della manina.

Quando hai una storia che va avanti da anni e sei lì a guardare gli sposi promettersi amore per sempre, con il tuo fidanzato accanto, credo sia inevitabile pensarci. Sognare un pò ad occhi aperti che fra qualche anno potresti esserci anche tu con l'abito bianco.
A dispensare sorrisi, baci e strette di mano ai tuoi ospiti, sperando che il supplizio abbia presto fine, che tutti vadano a casa in fretta. Sognando già la luna di miele, lontani chilometri da quel delirio di zii, cugini e amici festanti.

E anche se non volessi pensarci, non ti preoccupare, ci sarà sempre qualcuno che si sentirà in dovere di ricordarti che tu e il tuo cavaliere "state insieme da una vita ormai."
"I prossimi siete voi vero?"
"Ehm. Ancora passerà qualche annetto. Il tempo di sistemarci un pò meglio. Io ancora non lavoro."
"Ma A. lavora no?"
"Sì. Ma porfjgbvjshdbfhd a qualcuno è mai venuto in mente che ho altri sogni nella vita oltre che fare la moglie?"

Comunque confesso. Fino a qualche anno fa il solo parlare di matrimonio mi dava l'orticaria. Giuravo e spergiuravo: prima dei 35 mai. Ora sono arrivata a livelli da pazza psicopatica. So esattamente come sarà il mio vestito e quale bomboniera sceglierò. Come voglio che mia sorella mi acconci i capelli e mi trucchi (non mi fido di nessun altro)! E nei miei sogni ad occhi aperti ho già scelto il colore fondamentale, i testimoni, la damigella e la colonna sonora del mio filmino.
Mi vorrei tanto sposare in una piccola cappella sconsacrata con un rito civile veloce. Vorrei scrivere qualche riga ad A. e leggergliela, per rendere tutto più personale e meno anonimo.
Sogno una cerimonia intima, con pochi invitati e una cena informale all'aperto, in una fresca sera di fine primavera. Mio padre che mi accompagna con gli occhi lucidi; il mascara waterproof delle mie sorelle che si scioglie: perchè qualche lacrima è d'obbligo quando la piccola di casa lascia il nido.

Purtroppo però , come per  tutte le cose nella vita, so che dovrò fare dei compromessi. Non sarà proprio esattamente come l'ho sognato per anni.
A. ci tiene a sposarsi in Chiesa, cosa che non so come digerire.
Io, che traumatizzavo la catechista sostenendo che credere in Dio per me era come credere in Babbo Natale.
Capiamoci, non avevo niente in contrario che agli altri miei coetanei facesse piacere credere che un tipo barbuto in slittino consegnasse regali a tutti i bambini del mondo in una notte, ma per me era assurdo. Non mi quadrava niente in quelle storie dei Vangeli, della Bibbia. La fede non è per tutti. Io non ce l'ho. Punto.
Quindi immaginate come mi renda felice il dover avere a che fare con preti, confessioni e corsi pre-matrimoniali.
E i miei genitori e i miei suoceri so già che vorranno allargare gli inviti. Non arriveremo per fortuna ai 250 di mia cugina, ma già lo so che saremo almeno un centinaio, in barba alla mia voglia di "intima" cerimonia.
Mi restano sempre il vestito e le scarpe. Su quelli nessuno potrà mettere bocca (si spera).

Nonostante la cosa dovrebbe essere alquanto banale, tra partecipazioni, confetti, e sistemazione tavoli, spesso gli sposi sembrano dimenticarlo: quello che importa veramente non è trovare il servizio catering giusto e i segnaposto esclusivi, ma arrivare all'altare sapendo che quello a cui state giurando amore eterno è l'uomo giusto. Tutto il resto conta molto poco.

E voi ci pensate al giorno del vostro matrimonio? Come lo immaginate? O non avete nessuna intenzione di ufficializzare l'unione e continuerete a convivere? E per quelle che si sono già sposate: è stato come lo sognavate?

41 commenti:

  1. "arrivare all'altare sapendo che quello a cui state giurando amore eterno è l'uomo giusto." quanto mi trovi d'accordo!! certe volte penso che mi sposerei anche ora, al volo, così saprei che sto facendo la cosa giusta, che me lo sento, che non perderei tempo su cose frivoli e i soldi che servirebbero li investirei in qualcosa per noi! però non immagino iil mio matrimonio così a fondo...ora penso ad un annetto di convivenza o semi per i primi anni in cui lavoreremo! ora mi manca meno di un anno per la laurea magistrale e ho tanta voglia di andare fuori casa subito...anche con lui ;-)

    RispondiElimina
  2. io per ora non ci penso, anche se lo volessi non avrei la possibilità, non ho un buon lavoro, e nemmeno lui... per ora.
    poi non so, adesso mi terrorizza l'idea, pur essendo felice con lui, mi sembra come un legame troppo forte, e ho avuto un ragazzo che mi teneva quasi in carcere in passato quindi ho il terrore, sarà anche per quello...
    comunque quando sarà il momento se arriverà, sarà civile perchè non voglio spendere troppi soldi, con un vestito semplicissimo, giusto il minimo indispensabile di invitati, se fosse per me non inviterei neppure i miei genitori, ma purtroppo devono saperlo... ed andremo a cena in pizzeria, niente pasti da quattrocento portate, quando tutti sanno che la cosa più buona del mondo è una pizza calda appena sfornata.... :D
    investirò molto nel viaggio, quello sì :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il viaggio lo metto nella lista nozze invece di piatte e tazze che non utilezzerò mai!!! Così me lo pagano tutti quelli che sarò costretta a invitae quanto meno:)
      W la pizza!!! Mia sorella sta prenotando il ristorante per la Prima Comunione di mia nipote e voleva fare antipasto e primo, l'abbiamo convinta per pizza e patatine per la gioia di tutti :)

      Elimina
  3. E' una cosa meravigliosa, secondo me. Il matrimonio è qualcosa di lontano nei progetti di vita che ho al momento, ma devo dire che alle volte indugio sugli abiti da sposa e sulle tavole imbadite...

    RispondiElimina
  4. Ahahah :D Si a volte ci penso anche io. Ma è ancora presto, nessuno di noi lavora. Immagino come sarà il mio vestito, che musica suoneranno eccetera! :D

    RispondiElimina
  5. Beh certo che ci penso!Anzi ultimamente sono diventata paranoica anche io. Lo chiedo perfino alla mia dolce metà "Allora????Quand'è che ci sposiamo???" Immaginate le reazioni.... Però sono reazioni dettate dal fatto che io non ho ancora un lavoro, vado avanti a piccole cose che capitano ogni tanto, lui invece si, ma non definitivo. Quindi, come si fa a apensare di sposarsi??? Il problema è che il matrimonio è sempre più visto come un gran dispendio di soldi, di cose da fare ASSOLUTISSIMAMENTE (ovviamente per niente economiche), e quindi se sei nelle mie condizioni solo a pensarci ti sale la febbre. Ma sarebbe davvero bello, anche perchè il bisogno di costruire qualcosa insieme alla persona che amo è grande. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì le cerimonie costano davvero troppo...se ne approfittano un pò tutti, dai ristoranti, alle Chiese (che alla faccia dell'offerta libera ti chiedono un patrimonio di solito), a parrucchiere e truccatrici! Infatti stavo curiosando online riguardo ai matrimoni sponsorzzati che fanno risparmiare un pò!Anche se qui dalle mie parti non credo proprio sia una cosa fattibile...

      Elimina
  6. mamma mia.. ti sento troppo me.. cmq io lo sogno! eccome.. in ogni dettaglio e per me è sacrificante quanto te sposarmi in chiesa, ma anch'io dovrò cedere a questo.. per il resto mi vedo vestita in modo semplice ma unico, con i capelli raccolti però con qualche boccolo che cade.. attorniata da mille fiori, entrare in chiesa (aimè!) sentendo cantare un gruppo gospel, per darmi qualche brivido in più.. poi guardare lui fino all'altare, baciarlo e riguardarlo confermandomi che sicuramente sarà giusto per me! convinta! io ti abbraccio mia dolce gemella e ti auguro il migliore dei matrimoni! ciao cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Menomale...allora c'è anche qualcun altra con la visione "romantica" del giorno del matrimoni...già i stavo sentendo troppo materialista a pianificare tutte quelle stupidaggini!!:) Un bacio

      Elimina
  7. Si si eccome ci pensiamo!!!! Io mi fermo a vedere gli abiti da sposa e commento, e poi parliamo di come vorremmo la cerimonia, la location il viaggio di nozze.....
    Non sempre però abbiamo le stesse idee!
    Cmq è bello sognare^^in attesa di quel fantastico giorno!
    baci

    RispondiElimina
  8. I parenti impiccioni... a volte mi chiedo se lo facciano apposta o semplicemente non gli viene in mente nient'altro da dire! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli purtroppo esistono ovunque:
      -se stai studiando la domanda è "quando ti laurei?"
      -se ti sei laureata "ma non lavori?"
      -se sei fidanzata, "ma quando ti sposi?"
      -se sei sposata "ma quando lo fai un figlio?"
      -se hai già un figlio "quando glielo fate il fratellino?"
      Non sono mai contenti!!!

      Elimina
  9. A me i parenti impiccioni fanno venire solo i nervi...soprattutto quando pensano che la mia realizzazione professionale sia in secondo piano...certo non penso che mi sposerò solo quando avrò raggiunto ampiamente la meta, visti i tempi, ma almeno vorrei avere una mia indipendenza...e poi boh...sinceramente non so mai che pensare del matrimonio...certe volte mi sposerei solo per l'abito, altre per sentire lo sguardo di mia madre per una volta almeno al 100% soddisfatto...per me...si sarebbe una bella festa...ma a me al momento piacerebbe anche solo convivere ed essere felici nella quotidianità del nostro amore...a volte sento che non ho bisogno di giurarlo davanti a nessuno ciò che so già dentro il mio cuore...e poi ci sono i periodi pseudo-romantici in cui mi ci butterei...ma non ora...tra qualche anno...con calma...prima risolvo il problema convivenza...

    non mollare con l'abito le scarpe e il tema, mi raccomando!!!io su quelli non transigo! :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulla convivenza pre-matrimoniale mi trovi d'accordissimo!Mia cugina ad esempio si è sposata "al buio", non sono mai nemmeno stati in vacanza insieme!Per carità se ci si ama sono sicura che non si rovinerà tutto solo perchè lui lascia in giro i calzini sporchi o allaga il bagno quando si fa la doccia. Ma se si sa già quello a cui si va incontro, è tutto molto più semplice secondo me!

      Il vestito tanto dovranno farmelo su misura visto che sono piccolina, quindi il disegno sarà top secret...madri, sorelle e amiche lo vedranno direttamente alla prima prova :)

      Elimina
  10. siamo identiche! io penso a quel giorno ormai da anni, penso sia normale. vorrei una cerimonia semplice all'aperto, un bel vestito bianco , niente chiesa (non sono credente, ma i genitori di Luca potrebbero morire a vedere il proprio figlio che non si sposa in chiesa!) una cena con i parenti stretti e gli amici sempre all'aperto, decorazioni handmade e a basso costo ma pur sempre belle e originali.
    il mio sogno!
    nessuno nella mia famiglia vede il matrimonio come qualcosa di meraviglioso ma secondo me quel giorno può diventare sul serio una bella festa!
    speriamo che non passino cent'anni prima che io trovi un lavoro così potremo , intanto, andare a convivere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma anche a mio padre prenderebbe un colpo se non mi sposassi in Chiesa, nonostante sappia benissimo come la penso. Ancora sono convinti che mi convertirò di botto a metà della mia vita...aspetta e spera!!!Comunque, senza strafare, è sempre un momento bellissimo che secondo me va festeggiato...E poi tu con le decorazioni sarai bravissima :)

      Elimina
  11. Ciao cara
    io sono già sposata... si è stato come me lo immaginavo, ed anche meglio... un giorno perfetto!!! =) Io e carlino ci siamo divertiti da matti, abbiamo ballato sino a notte fonda, in compagnia degli amici e dei parenti più cari... non ci siamo messi problemi e abbiamo invitato solo chi veramente avevamo piacere di avere (ed eravamo circa 130), eliminando "parenti obbligatori"... la nostra più grande soddisfazione??? ancora oggi a distanza di quasi 4 anni gli amici ci dicono che il nostro è stato il matrimonio più divertente...altro che supplizio.... averi voluto la giornata fosse di 48 ore!!!! =)))
    E si hai ragione... la cosa più importante è che lui sia quello giusto!! ...ma quello lo si sa, lo si sente... io almeno lo sento e lo so in ogni attimo della mia vita!! =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che bello! Sei davvero una delle poche che mi parla con questo entusiasmo del giorno del suomatrimonio...mi dicono tutti che non si vede l'ora di tornarsene a casa a fine giornata e che il pranzo (o cena che sia) è interminabile!Io le mie amiche ballerine, per togliere i tacchi e ballare, le porto comunque...che matrimonio è senza primo ballo da marito e moglie?:)

      Elimina
    2. io mi sono sposata con un paio di ballerine ai piedi!!! =)))) stavo bella comoda e felice... ma credimi avrei ballato anche a costo di doverlo fare scalza! =)

      Elimina
  12. cosa mi hai ricordato! ricordo che quando avevo 4-5 anni le mie cugine più grandi avevo gli album di figurine di Love is... quanto tempo è passato..

    IF U WANT TO VISIT MY BLOG STREET CHIC http://chicstreetchoc.blogspot.com/
    U CAN ALSO FIND ME ON FACEBOOK http://www.facebook.com/pages/Street-Chic/126609910754628

    RispondiElimina
  13. Allora, io e il Signor Pompelmo avevamo deciso e stradeciso di non sposarci, di convivere come stiamo già facendo. Perchè, nel max rispetto di chi invece ci tiene, non ne sentiamo il bisogno, in quanto abbiamo sempre sentito di essere una famiglia, senza bisogno che qualcuno ci desse il suo benestare.
    però, purtroppo, le coppie di fatto non sono tutelate (nel caso di malattia di uno dei due, di morte, e di tutte le altre situazioni che è meglio non sottovalutare), e stiamo pensando di sposarci per darci certezze a vicenda, e in previsioni di figli. Lo faremmo solo per la burocrazia. Veramente, solo per burocrazia. Perchè per noi sarebbe molto più romantico convivere per sempre.
    Quindi, se mai sarà, abbiamo già deciso di optare per una mattina in comune con abiti casual, con solo la nostra famiglia ad assistere(e solo perchè ci tengono, altrimenti saremmo andati soli). Niente pranzo, magari un rinfreschetto a casa nostra. Fine.
    Io sono l'ultima delle romantiche, non sono fredda o cinica...adoro l'idea dell'amarsi per sempre. e mi commuovo per tutto. Però il matrimonio non è nei miei sogni romantici.
    Ognuno è diverso.

    RispondiElimina
  14. Boh, forse ci toccherà sposarci, perché se hai figli è un gran casino tra burocrazia e altro. Ma non è tra i miei sogni. Quando ero ragazzina sì, perché credevo ancora alla favola del matrimonio, e poi ero convinta (mi ero fatta convincere, diciamolo meglio) che ci si deve sposare in stile "salto nel buio", senza convivere neanche un giorno, neanche per le vacanze... Sì, figurarsi! Poi ho cominciato a rendermi conto... ma di vestirmi di bianco e sposarmi magari in chiesa non ne ho proprio voglia. Al massimo per il pranzo... ma ricordo la mia comunione, dove al ristorante sono riusciti a farmi una torta, nonostante tutte le raccomandazioni dei miei, piena di fragole! E io e mio padre siamo allergici! No, ho il vago sospetto che se mai lo farò sarà una cerimonia molto intima e molto poco romantica! ;)

    RispondiElimina
  15. noi siamo andati leggermente oltre parlando di figli... PANICO!!
    però comunque per i matrimoni "less is more" deve essere un must... quelle spose stra pompose e quei quasi mariti che il giorno prima sembravano scimmie ed ora hanno anche i peli del naso strappati con la ceretta, non si possono guardare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco vedi ad esempio la maternità è una cosa su cui non ho mai fantasticato. Ci sono mie amiche che già sanno esattamente quanti figli vogliono avere, come chiamarli...io la vedo ancora una cosa lontanissima!
      Comunque l'immagine dello sposo a cui fanno la ceretta al naso è fantastica ahahahaha!:D

      Elimina
  16. Io ho un rapporto schizofrenico con l'idea del matrimonio, da una parte sogno da sempre una festa maestosa con amici e parenti, io e lui bellissimi e super innamorati che ci giuriamo amore eterno tra fiori e colombe, dall'altra rifiuto l'idea di legarmi a qualcuno solo per convenzione sociale e con il rischio che poi vada a finire male.
    Insomma per ora mi limito ad immaginarmi vestita da sposa e ad organizzare il ricevimento in qualche villa fuori città, ma a sposarmi sul serio non ci penso proprio! ;)
    Un bacio!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.com

    RispondiElimina
  17. Carissima io
    Mi sono gia sposata ed ho fatto un matrimonio davvero semplice
    E' stato davv uno dei gg piu belli della mia vita
    Ed auguro a chiunque di provare
    Le mie stesse emozioni: sentimenti puri in un clima di semplice e quasi bucolica felicita
    :)

    RispondiElimina
  18. Ci penso sì io, come l'abito da sposa..ogni tanto cambio idea, ma su alcuni dettagli ho già le idee precise


    Che carino il tuo blog!!

    Io ti seguo, spero lo farai anche tu, ti aspetto nel mio blog
    Style shouts

    RispondiElimina
  19. Io sono siciliana come te e so cosa sono i matrimoni qui'... un massacro! Comunque io mi sono sposata in verde, rito civile durato sì e no 15 minuti, invitati: 20! Ma ho sposato quell'adorabile rompiballe di mio marito che amo da ben 14 anni, l'unico uomo che riesce a farmi sempre sorridere, è stato un giorno bellissimo e lo ricordiamo con tanta tenerezza... in bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Venti è il numero perfetto...trenta al massimo!!! Non scene deliranti della madre del tipo:"ma la cugina di ottantacinquesimo grado si offende perchè abbiamo invitato quella di ottantaquattresimo...e poi ormai 4 persone in più che ti cambiano?" e via dicendo!
      Quando arriverà il momento, sarà uno stress già lo so! :)

      Elimina
  20. te lo dico... non ho ancora 25 anni ma ogni tanto mi ritrovo a fantasticare di come agghindero tutta la campagna con fiori e lucine, i tavoli tra gli alberi.... con una mia amica abbiamo anche scoperto che ci si puo sposare anche all'aperto, solo che il registro delle firme e la fascia del sindaco non possono uscire dal comune percio la mattina si dovrebbe andare alla chitichella con i testimoni in comune e poi fare la cerimonia (finta in realtà) all'aperto dove ci pare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho saputo di questa storia del sindaco che non può uscire dal Comune...che cosa assurda però!! Negli Stati Uniti si sposano ovunque e vengono sposati da chiunque...sempre da noi tutti questi problemi burocratici!

      Elimina
    2. Di solito ogni città oltre che la sala consiliare ha una location a pagamento più romantica,qui a Grosseto la sala romantica è dentro la fortezza medicea, addirittura se vuoi ti affittano l'intero piazzale sulle mura...informatevi se nella vostra città c'è questa opzione..

      Ps,Eccome ci penso al mio matrimonio, io oltre tutto sono anche contraria alla convivenza, quindi povero Conte se mi vuole deve fare le cose sul Serio...

      Elimina
    3. Sì è vero...dalle mie parti c'è un castello, però costa un bel pò!!!

      Elimina
  21. il sindaco non può uscire dal comune? ma che cavolata è?
    Che scemaggini che ci sono in italì!

    RispondiElimina
  22. ciaoo...spesso penso a quel giorno, sognando per filo e per segno tutta la giornata come si svolgerà, come se poi andasse veramente così..
    un bacione!

    RispondiElimina
  23. Io ci penso molto spesso nonostante quel giorno sia ancora lontano..comunque ho appena pubblicato un nuovo post sul mio blog, passa a dare un'occhiata, mi farebbe piacere avere un tuo commento ;) eccoti il link: http://www.toprebel.com/2012/02/toprebel-for-collana-con-nome.html
    Reb, xoxo.

    RispondiElimina
  24. No ti prego, non scendere a troppi compromessi!

    Ho una coppia di amici che sta organizzando il matrimonio (i primi del gruppo). Lui è da sempre ateo convinto. Lei è una di quelle "religiose di facciata": nel senso, convivono già da qualche mese, suppongo non abbiano osservato nessun tipo di voto d'astinenza prematrimoniale, non l'ho mai vista entrare in chiesa. Eppure, lei ha deciso che la cerimonia DEVE essere religiosa (per gli invitati, la chiesa, e orpelli vari). E lui si sta facendo battesimo, comunione, cresima e corso prematrimoniale in tempi da record.

    Risultato? Lui è pieno di dubbi, e ha confidato agli amici di non essere più molto sicuro di volerla sposare, dato che lei non ha saputo rispettare le sue idee.

    RispondiElimina
  25. occhio ai corsi prematrimoniali.... quello mio era bigottissimo... che ti dico ha fatto partire il sangue al cervello anche me che appartengo alla metà della della sfera credente.....
    il matrimonio è bello.... ma anche molto stressante nei preparativi.....ci vuol molta pazienza e poi godersi il tutto perchè è comunque un giorno unico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non ci voglio neanche pensare!!!Fortunatamente dalle mie parti ci sono alcune "parrocchie giovani" che fanno dei corsi molto più incentrati sulla coppia e basta, che sulla "coppia-credente!"

      Elimina
  26. anche io l'ho sognato tanto tempo ad occhi aperti e per ben due volte!!! La prima non si è concretizzata causa panico pre-matrimoniale di entrambi , mentre la seconda 3 anni fa ormai (già?) è stata come l'ho sempre sognata!! Con lo stesso uomo del primo "quasi matrimonio", ci si siamo lasciati e rimessi insieme dopo qualche mese e poi abbiamo optato per una convivenza...convivenza durata 2 anni e mezzo durante i quali ho ricominciato a sognare il matrimonio che è stato esattamente come lo desideravo e ripensando all'organizzazione del "primo" mi sono resa conto che all'epoca ero scesa invece a molti compromessi. Mi pento solo di due cose : di non aver ballato con il mio papà perchè ero frastornata e di aver avuto invitati "mosci" che per farli divertire dovevi sparargli! a maggio (x il mio anniversario) ho deciso che pubblicherò delle foto del grande giorno sul mio nuovo blog:
    http://stilettoglamour.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di esserti unita! ^_^
      Visto il tuo blog, sono curiosa di vedere che scarpe hai scelto per il grande giorno!!!

      Elimina