lunedì 6 agosto 2012

LOVE IS... viaggiare con il minimo indispensabile


Tra le tante cose che uomini e donne affrontano in maniera completamente diversa in vacanza, c'è sicuramente la preparazione della valigia.
I maschietti di solito sono molto più pratici: considerano i giorni che trascorrerrano fuori casa e calcolano esattamente quante maglie, calzini e mutande gli saranno necessari.
G
iusto un paio d'ore prima della partenza, buttano tutto in valigia alla meno peggio.

Per noi invece "l'operazione-bagaglio" è una vera missione e allo stesso tempo una tortura. La selezione mentale di ciò che porteremo con noi inizia mesi prima e scegliere anticipatamente cosa vorremo indossare nei giorni successivi è già di per sè un trauma.
Poi dobbiamo pensare agli abbinamenti di accessori e intimo.
E poi c'è il beauty. Quale rossetto portare? Quale ombretto lasciare? E lo shampoo e il bagnoschiuma devo portarli? Ma sì, meglio... come faccio se quello che trovo in albergo non mi piace?
Forse se piego questo e arrotolo quell'altro, riesco a far posto per un'altra maglia...
Infine, dopo aver cercato di sistemare tutto dentro, ci lanceremo nell'altra titanica impresa: riuscire a chiudere la cerniera.

"Mamma, io mi siedo sopra, tu vedi se riesci a chiudere!"

Se non si riesce a risolvere, parte la fase 2: si riguardano con attenzione i capi selezionati e ci si pone la fatidica domanda: "Ne ho davvero bisogno?" 
Con un pò di fortuna così, si riesce a fare un pò di spazio e magari si lascia il posto agli eventuali acquisti che si faranno sul luogo di vacanza (anche se gran parte dello shopping turistico, al ritorno finirà nella valigia semivuota del nostro fidanzato)!

Lo scorso week-end A. è riuscito a tenersi libero e ci siamo organizzati per passare un paio di giorni insieme nella sua casa al mare.
Io e me stessa ci eravamo parlate, avevamo discusso a lungo e avevamo deciso: niente cose inutili in valigia.
C'è da dire che da quando le compagnie low-cost hanno iniziato a far pagare la valigia a peso d'oro, sono diventata per necessità una fanatica del bagaglio intelligente. Ma una volta che ci si muove in macchina perchè ci si deve sottoporre a questa tortura del selezionare?
Comunque per non dar modo ad A. di cominciare col solito discorso "Voi donne vi portate dietro l'intero armadio per  24 ore fuori", mi ero fatta prestare la valigetta piccola da mia nipote, così sarei stata costretta a limitarmi.
Inutile dirvi che si è riempita praticamente subito.
E avevo una serie di cose assolutamente indispensabili fuori, poggiati  sul mio letto in attesa di trovare collocazione.
"Vabbè -mi sono detta- qualcosa la metto in borsa tanto è grande. E costumi/copricostumi e ciabattine li metto nella borsa mare."

Così A. mi trova ad aspettarlo davanti al portone con una mini valigia e due borse che scoppiano e pesano un quintale.
"Ti trasferisci a casa mia tutto il mese e non mi hai detto niente?"
"Ma se la valigia è piccolissima!"
"Sì e le due borse?"
"Tanto dovevo portarle comunque...quindi tanto valeva riempirle"
"Tutto indispensabile immagino!"
"Appena arriviamo a casa tua ti dimostro che non c'è niente di inutile!"

Così, aperta la valigia comincio a tirar fuori la mia roba.

"Allora beauty e piastra..."

"Piastra? Con questa umidità e questo caldo?"
"Sì lo so...ma una passata sempre meglio darla, altrimenti sono troppo ribelli i capelli... Comunque, poi ci sono tre vestitini..."
"Tre? Uno non bastava?"
"Ma se dobbiamo uscire due sere..."
"E non puoi uscire con lo stesso vestito? Tanto chi la nota la differenza!"
"Ma perchè dovrei uscire con lo stesso vestito per due sere consecutive scusa?"
"E comunque...il terzo a cosa serve?"
"Perchè quello di pizzo bianco è delicato...metti che lo sporco preparandomi o durante la serata, poi non ho niente di ricambio!"
"E non potevi portarne un altro?"
"Mi andava di mettere quello! E poi uno di riserva lo avrei portato comunque..."
"E tre paia di scarpe e due borse erano necessarie?"
"Certo. Dovevo abbinarle ai vestiti"
"0_o naturalmente scegliere due vestiti che stessero bene con gli stessi accessori non era possibile!?!"
"In teoria sì, ma in pratica mi andava di mettere i vestiti che ho scelto...ma uffa poi che ti cambia? Te lo avevo detto porto tutto su io, sei tu che vuoi fare il facchino ogni volta!"
"Niente non mi cambia niente...ma non capirò mai...Vabbè evitiamo di ispezionare la borsa mare!!!"

Naturalmente il suo minibagaglio conteneva n.2 polo, n.1 paia di pantaloni e n.1 costume. 
Vabbè forse ha ragione lui, diciamocelo...ma una volta che non sono in aereo e non ho limiti di peso, pure volessi portarmi il mondo dietro che t'importa dico io?!?
E voi che tipi siete? Preferite viaggiare leggeri o è un supplizio rinunciare a portare dietro l'intero guardaroba?

P.s. Come state??? Stanno andando bene le vacanze? Io solita vita e tanto relax,niente di particolare..Sono stata un pò fuori dal mondo blogger e mi dispiace tanto!!!Casa mia è un pò "affollata"...nipoti, sorelle, cognati... tutti a passar le vacanze insieme...quindi dato che il blog è top secret, è difficile ritagliarmi momenti di solitudine per scrivere!
Spero però, di riprendere almeno a leggervi in questi giorni!
Dopo ferragosto ritornerò a pieno regime  ^_^
Intanto baci a tutti!