lunedì 4 febbraio 2013

LOVE IS...(dis)avventure sulla neve



Era una bella domenica di febbraio. Organizzavamo da un pò con gli amici una trasferta sulla neve. Niente di "professionale": l'idea era quella di tirarsi qualche palla di neve, fare un pupazzo, ammirare il panorama. Al massimo lanciarsi con lo slittino.
Ecco appunto lo slittino, quello che diventerà l'arma del delitto.
Piccola premessa: io non faccio mai cose spericolate. 
Odio le giostre, i parchi acquatici, odio la sensazione di adrenalina. Mi terrorizzo e basta, perciò evito. Però quello slittino sembrava così innocuo. Accanto a me sfrecciavano padri con i figli piccoli. Chi metterebbe in pericolo il proprio bambino? E tutti mi dicono forza dai, per una volta prova...se non ti piace non risali più. E A. che mi dice "tanto ci lanciamo insieme".
E io dico "vabbè, mica posso sempre fare la solita asociale."
E "salgo a bordo". E partiamo.
Non so come, non so perchè, prendiamo troppa velocità.
A. cerca d frenare e quei cosi che servirebbero allo scopo gli restano in mano. Arriva un dosso. E' un secondo. Facciamo un volo.
Lui ricade subito, io un pò più giù, tutti e due di schiena.
Nella mia testa una vocina dice "lo sapevoooo che finiva così por*** ***jkghdh".
Poi arriva il dolore allucinate. Comincio a urlare come una partoriente.

Pensandoci ora, la scena è comica. 
Io nella mia tuta da neve viola anni '90 gentilmente prestatami dal fratello d A., stesa a terra a "quattro di bastoni" (passatemi il sicilianismo) che urlo come un'indemoniata "ahiaaaaaaaaaaa la schienaaaaaaaaaaa, ahiiiiii".
A. che più dolorante di me mi raggiunge strisciando e cerca di tranquillizzarmi.
"Amore non urlare, i piedi e le braccia riesci a muoverli?"
"Sì..ma la schienaaaa ahiiii"

"Non è niente allora non ti preoccupare, è solo la botta"
"E' solo la bottaaaa? A. chiama un caspita di medico. Io non riesco a respirare con le fitte che mi arrivano!"
Intanto si è formato un gruppetto e sento "chiamiamo il soccorso, ci sarà qualcuno. Anche a me è successo...poverina... Eh sì i dossi sono infami.."

"No signora non si preoccupi, sono medico, se si fosse rotta qualcosa lo capirei... ora la porto io"
"Nooo..voglio la barellaaa...un San Bernardooooo, qualsiasi cosaaa (penso signora non mi abbandoni che per quest'uomo qui se non sei in punto di morte non hai niente)!"
Così, con un mal di schiena pari al mio, A. mi prende in braccio e mi sposta un pò più in là dove almeno non rischiamo che qualcuno con lo slittino non ci finisca addosso e termini il "lavoro".
E lì, tra il dolore e le parole dolci del peggior quartiere di caracas che escono dalla bocca di entrambi, decido che è l'uomo della mia vita, se mai ci fosse stato dubbio.
Il tempo di "riprenderci" ci incamminiamo doloranti verso la guardia medica, che si trova in cima ad una bella salita (mi pare il posto giusto dove piazzarla, mettiamo caso mi fossi rotta una gamba). Ogni passo è un "ahia" e tanti altri francesismi che vi risparmio.
Un'inizione di Voltaren per me, una di Toradol per lui.
Due bollettini da 15 euro ciascuno per la prestazione perchè non siamo residenti nella provincia. Quando si dice "oltre al danno la beffa".
Con l'antidolorifico la giornata passa più o meno bene.
Dopo stanotte mi sento come se mi fosse passato un trattore sopra, ma rispetto al dolore di ieri credo di non potermi lamentare.
A. dice di star bene, ma scommetto quello che volete che in ospedale si sia fatto "drogare" con qualche altro antidolorifico.
Mentre io sono qui a soffrire.

A. noi ci dobbiamo limitare ad attività tranquille, siamo troppo sfigati.
Vabbè dopotutto non è successo niente. Io mi rilancerei.
Mah sai che ti dico, forse io pure!
Visto che non è successo niente spegnila tu la luce.
No A. Non ce la faccio ad alzarmi, ho appena trovato la posizione giusta per la schiena.
Vabbè dormiamo con la luce accesa?
Ma sì...facciamo anche questa esperienza!





26 commenti:

  1. Nooo, poveri!! Beh, l'importante è che non vi siate fatti nulla di grave!! :)

    RispondiElimina
  2. ad occhio è croce è colpa della accellerazione di gravità, comunque la cosa buona è che vi siete fatti male tutti e due, altrimenti chi se la cavava con poco avrebbe attirato le ire dell'altro! ;P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che altro se mi fossi fatta male solo io mi avrebbe detto che sono la solita esagerata, che non ho sopportazione del dolore ecc...Almeno così mi ha creduta!:)

      Elimina
  3. Immagino la bottaaaa,l'anno scorso per la prima volta siamo andati una settimana sulla neve,la mia esperienza con lo slittino è stata positivissima, io e il piccolino ci siamo proprio divertiti, mi è andata bene per fortuna!Se non altro questa esperienza ti è servita a qualcosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti non credo sia pericoloso...S divertivano tutti!semplicemente abbiamo scelto una discesa forse un pò troppo ripida e abbiamo avuto la sfortuna di beccare in pieno il dosso! Pazienza...saremo più fortunati alla prossima :)

      Elimina
  4. ahahaha mamma mia, immagino il dolore anche se leggendolo così in effetti la scenetta sembra comica =P
    L'importante è davvero che non è successo nulla di grave e lo si può raccontare e farci due risate su =)

    RispondiElimina
  5. ahahaha non mi dire che l'Etna t'ha tradita! Comunque ti capisco cara Love,l'ultima volta in cui sono andata in montagna (per "imparare" a sciare) ho fatto talmente tante cadute che sembravo un dalmata! In più,e ancora non mi spiego come sia successo,affondando la mano nella neve (con tanto di guanti) mi son tagliata sotto il pollice m'han dovuto dare dei punti! -.-
    Siamo donne di mare noi due! (dici che suona male questa affermazione?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. p.s. con questa scusa però puoi chiedere ad A. di farti tanti bei massaggi ;)

      Elimina
    2. E ieri parlavano di organizzare la settimana bianca in trentino l'anno prossimo... Io parto solo se mi garantiscono che mi lasciano a fare pupazzi,bere cioccolata calda e a mangiare polenta!

      Elimina
    3. e stare sdraiata ad oziare no? XD Posso unirmi pure io? ^_^

      Elimina
    4. certo...ti conservo un posto accanto al camino :)

      Elimina
  6. tesoro con tutto il rispetto al tuo dolore: mi hai fatto morir dal ridere!!! =)))) forse perchè io sono come te! ;) lo sai io sono donna di caldo e di mare... unica esperienza sulla neve con slittino finita più o meno come la tua... però il mio "atterraggio" è avvenuto sul filo spinato... non ti dico altro! XD
    un bacione
    Sadia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati ieri sera ridevamo anche noi, con A. che faceva la mia imitazione! :)
      Oddio il filo spinato.. non oso immaginare che esperienza... noi dobbiamo stare sdraiate sotto l'ombrellone a fare parole crociate!

      Elimina
  7. oh mamma cara.. però che simpatica la parte finale! che dolci! ;D

    RispondiElimina
  8. La legge di Murphy è sempre in agguato: se una cosa può andar male, andrà sicuramente peggio!
    So che vuol dire, slittino+dossi=disastri. E' risaputo!

    Però guarda il lato positivo: per la prossima volta potrai usare questa esperienza come ottima scusa se ti invitano ad altri suicidi :°D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì infatti...che non ho provato non possono dirlo! :D

      Elimina
  9. Ecco, mi hai ricordato il mio buon motivo per non avventurarmi su slittini &co. ;-)

    RispondiElimina
  10. ...mi hai fatto sorridere con questa avventura...menomale non vi siete fatti niente...ti ammiro...io non mi sarei lanciata con lo slittino...anzi non sarei proprio andata sulla neve ahah!!!...che dolci però:)
    ...un bacione...lu!!!

    RispondiElimina
  11. Ahi sento male io per te >_<
    Gli uomini tutti uguali:se ci facciamo male noi siamo esagerate,facciamo i drammi mentre loro sono sempre eroi,che non sentono dolore.Giusto perché c'era il "pubblico" ha fatto la parte del maschio alfa,altrimenti piangeva dal dolore pure lui,ne sono certa ;-)
    Rimettiti presto e di nascosto prendi un antidolorifico extra( di sicuro lui lo ha già preso,di sottobanco hihi)un bacio :-*

    RispondiElimina
  12. Poverini! Beh alla fine è andata bene... almeno a dolore passato potrete riderci su...:-)

    RispondiElimina
  13. Oh mamma mia! Mentre leggevo avevo proprio il terrore che ti fossi fatta male! Che sollievo che stai bene, e oltretutto avevi ovviamente il tuo medico di fiducia fortunatamente :) Per quanto a quanto pare è meglio stargli alla larga ahahahha
    Alla fine avete fatto anche questa esperienza dai! E la scena finale credo vi farà fare un mucchio di risate da qui al 3000 :)
    La prossima volta però limitatevi agli sport da poltrona :D
    Scherzi a parte io mi sono fatta trascinare in parchi di divertimento dal mio ragazzo che ne è appassionato, e non sai quanto ci sono stata male! Alla fine gli ho detto, "senti basta datti una calmata!" mi sa che mi sono salvata :D

    RispondiElimina
  14. ahahahah..ma davvero avete dormito con la luce accesa?? XD

    Io ti dico solo che una volta io e il mio ragazzo siamo scesi con le padelle (senza freni sottolineerei) da una pista blu/rossa in mezzo al bosco che nessuno usava più per tornare alla macchina!! Non so come abbiamo fatto a non farci male, diciamo che è stata un'esperienza diversa dal solito! :)
    Detto ciò, tra noi due sono io che amo la montagna e mi piace sciare, ma una cosa che non farò mai più sarà quella di mettere gli sci ai piedi della mia dolce metà e spiegargli come si fa!!

    Rimettiti in sesto!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine l'ho spenta io verso le tre di notte...quando mi sono dovuta alzare per forza per andare in bagno...non voglio ripensare al dolore!!!
      Ora va già molto meglio fortunatamente!

      Elimina
  15. AHAHAHAHAHAHAAHAH.... prendimi a braccetto!
    Io pure ho il terrore di tutto, pensa che a Gardaland mi concedo la casa di prezzemolo e basta :( sig

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so è una "condanna" perchè sembra sempre che vuoi far l'asociale quando non vai...ma l'ultima volta che ci siamo andati all'acquapark e ci siamo "lanciati" col gommone in uno di quegli scivoli tutte curve, arrivata a terra non riuscivo neanche ad alzarmi tanto tremavo!Che amarezza!

      Elimina