venerdì 28 giugno 2013

LOVE IS... corsa a ostacoli!






Nelle ultime due settimane è successo che:

- ho cominciato a collaborare con una web-tv locale a CittàLavoro (saltuariamente e gratis eh, capiamoci, non si dica che ho trovato lavoro!). Cosa che in teoria avrebbe dovuto permettermi di vedere di più A., ma che in realtà ha semplicemente fatto sì che ora non è solo lui a stramazzare sul letto stanco la sera dopo lavoro, perchè ci sono io che crollo accanto a lui.

- Ho trovato un tirocinio per il mese di luglio, come content editor in un'agenzia pubblicitaria sempre di CittàLavoro. Saremo in tre, tutte donne, a competere per un posto libero soltanto. Comincio lunedì. Ho l'ansia, ma sono decisa a farle fuori tutte e a prendermi quella scrivania da settembre.

- La padrona di casa di A. gli ha comunicato che sua figlia l'anno prossimo si sposa e quindi deve sloggiare. Deve cercare casa. Lui dice cerchiamola insieme, qualcosa che vada bene a tutte e due. 
Io non so ancora che ne sarà di me e senza la sicurezza di uno stipendio non me la sento di lanciarmi nell'operazione convivenza (ma di questo vi parlerò sicuramente in taaaanti altri post).

- Domenica mio nonno è morto. È stato strano. Non ho pianto, non eravamo legati. Un uomo che si era fatto da solo, che ha conosciuto la povertà e gli anni del boom economico. Un uomo "che le donne non devono studiare", che ha sofferto quando non ha visto sopravvivere i suoi due figli maschi al primo anno di vita. Che sperava di riscattarsi coi nipoti. E invece destino ha voluto che mia mamma, sua figlia, avesse in dono quattro femmine. 
E mia mamma negli ultimi tre anni per lui si era annullata, lo accudiva giorno e notte da quando non era più autosufficiente. Non voleva l'aiuto di nessun altro. E lo so che sono egoista, ma quando ho saputo che avrebbe potuto ritornare alla vita di sempre, fatta di figli e nipotini, di pranzi, libri e mercatini, sono stata contenta per lei. Per me. Per noi di famiglia che possiamo riaverla, riposata e attiva.
Perchè se lo merita di tornare alla vita normale.

E insomma, questo è quanto, se per caso vi foste chiesti "ma dov'è finita C.?" 
Ora vado a farmi un giro per recuperare i post che mi sono persa! :)

25 commenti:

  1. Cavoli non sono l'unica che ha avuto due settimane intense allora... ti tengo i pugni per il lavoro allora :)

    Per tuo nonno mi dispiace...ma se tua mamma ora sarà più serena e più se stessa da una parte meglio così... e se lei doveva accudirlo sicuramente non era in forma... quindi meglio anche per lui che ha trovato la pace...

    un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Love,son felice e dispiaciuta nello stesso momento per ciò che ti è successo in queste ultime settimane :/
    Son felice di sapere che il lavoro e l'amore (in merito alla convivenza) vanno a gonfie vele ma,di contro,mi dispiace per tuo nonno anche perchè l'anno scorso ci son passata io:più o meno stesso periodo,più o meno le stesse dinamiche,più o meno la stessa situazione.
    So che significa vedere la propria madre come immersa in un limbo tra figlia e genitore e ti sono vicina :*
    Cerca di distrarre tua madre con sciocchezze,di non farle pensare troppo all'accaduto (per quanto sia difficile giacchè mia madre,ancora oggi e giustamente,di tanto in tanto piange in ricordo di mio nonno) e vedrai che anche i tuoi piccoli traguardi (e quelli delle tue sorelle,ovvio!) le faranno riprendere la vita in mano :)
    P.S. nemmeno io ero molto legata a mio nonno causa divergenze d'opinione e,ammetto,nemmeno io ho pianto molto ma ciò non significa che lui non mi volesse bene e io non gli e ne volessi a lui (e vale pure per te).
    P.P.S. Se CittàLavoro è la mia CittàStudio,verrò a trovarti negli studi della web-tv e ti offrirò una beeelllaaaa granita :P

    RispondiElimina
  3. Un grosso in bocca al lupo per lo stage, falle nere!!! :)
    Per tuo nonno mi spiace ma ti capisco; sta succedendo più o meno la stessa cosa con mia nonna (anche se per fortuna è ancora abbastanza autossufficiente) e mi spiace vedere mia mamma dovere rinunciare alla sua vita per stare dietro a mille incombenze :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi mia mamma era pure figlia unica quindi, tutte le responsabilità su di lei!
      Figurati che la mia nipotina la prima cosa che ha detto quando ha saputo è stata: "Finalmente ora la nonna quando festeggiamo i compleanni o altre cose può venire con noi al ristorante!"

      Elimina
  4. in bocca al lupo :)! facci sapere come va ! deve esser una figata :-) capisco il tuo stacco dal nonno perchè in sincerità non ci ero legata tantissimo nemmeno io.. anche se una volta mancato rimpiango di aver avuto un rapporto difficile..
    Buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì erano mesi che cercavo di convincere qualcuno a farmi fare un'esperienza in agenzia di comunicazione, sono eccitata e allo stesso tempo terrorizzata! Vi terrò aggiornati :)

      Elimina
  5. Mettiti in gioco, affronta questa esperienza con grinta e vedrai che sul podio ci salirai te! Almeno così ci piace sperare;) In bocca al lupo per questa nuova opportunità. Mi dispiace per tuo nonno. Ora goditi la tua mamma. Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì me lo sto ripetendo, devo essere positiva!E se alla fine non dovessi essere io la prescelta, avrò fatto un pò d'esperienza!

      Elimina
  6. Bè, tesoro, sono tanto contenta per le novità belle che hai.. meno per la tua perdita naturalmente. Comunque sia è una parte di te, che tu voglia o no, perciò ti abbraccio forte e sì, come ha detto Princi.. Goditi la tua mamma!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valerie, un abbraccio anche a te!

      Elimina
  7. mia nonna era la mia seconda mamma e la sua perdita la sento tutt'ora, pero' il fatto che mia mamma vivesse da lei e non andasse al lavoro per accudirla quando la sua, di mamma, non la riconosceva nemmeno piu' mi faceva stare ancora peggio della morte che e' avvenuta pochi mesi dopo. La prima cosa che abbiamo fatto io e mia mamma dopo il funerale e' stato andare a berci un caffe' e cazzeggiare un po'. ti capisco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stessa situazione, non ricordava più neanche chi fossimo, non riusciva a parlare, biascicava solo qualche parola, passava il tempo a dormire...che vita è questa?

      Elimina
  8. Momosina lovvosa, ti auguro davveroc he tu possa occupare la momosa scrivania, realizzando un tuo sogno, almeno per essere indipendente momosamente economicamente. :3 eeeh per la questione convivenza beh... io convivo con Mimo e entrambi non abbiamo un lavoro (do lezioni ad un ragazzino, sì ma... sono sottopagata momosamente e non è un lavoro, serio, retribuito con tanto di contratto...se fosse per me scapperei via, ma lo faccio solo per il ragazzino perchè senza di me non ce la farebbe a sopportare la scuola con una madre ansiosa e leggermente isterica...), dobbiamo ancora laurearci, ma almeno abbiamo il sostegno dei nostri momosi genitori :3 non sentirti sempre in dovere o costretta da certe situazioni, buttati! Ovviamente devi avere le momose possibilità, certo, ma se hai qualcuno che non fiata o ti lascia fare fallo! Per il nonno mi dispiace molto, ma almeno se la tua momosa mamma ora può rilassarsi e stare tranquilla perchè ha la sua momosa famiglia che è pronta as abbracciarla... è un momoso sollievo, anche per lui che momosamente non soffrirà momosamente più.
    Quindi fai un momoso respiro e.... fai quello che puoi per momosamente realizzare il tuo micromondo lovvoso :3
    un abbraccio tesoro.

    RispondiElimina
  9. tu e A state da molto insieme potreste farcela e sarebbe un buon modo per provare il vostro amore! io direi che con o senza stipendio dovresti provarci!
    ps: mi spiace per tuo nonno anche se non eravate molto legati comunque è una perdita importante :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto è che, se entro settembre non si concretizza niente lavorativamente parlando, vorrei provare a spostarmi e a fare un pò d'esperienza fuori (anche se lo farei a malincuore)!

      Elimina
  10. lo diceva pure Max:

    una lunga corsa a ostacoli dove non ti puoi ritirare
    soltanto correre
    con chi ti ama accanto a te
    ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nella buona sorte e nelle avversitaaaà, nelle gioie e nelle difficoltaaaà
      se tu ci sarai, io ci saroooò! :)
      E ora chi me la toglie più dalla testa?!?

      Elimina
  11. Tante cose in questo post, però tutte hanno un profumo di novità e cambiamenti, che spero ti portino il meglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. incrociamo le dita... io ormai sul fronte lavoro sono pessimista per natura, spero di essere sorpresa :)

      Elimina
  12. Mi spiace per il nonno...
    molto interessanti le occasioni di lavoro; mi raccomando fatti valere:) per la convivenza non saprei che consigliarti...è una scelta molto personale:)

    RispondiElimina
  13. Cara, mi spiace per mio nonno, ma capisco quando dici di essere contenta per tua mamma perché ho visto spesso situazioni di persone a me vicine annullarsi per accudire altre persone care ormai molto vecchie e malate e dopo che queste non ci sono state più hanno dovuto riguadagnarsi un nuovo posto nel mondo...

    in bocca al lupo per lo stage...vuoi farmi concorrenza? ahahaha! :-)

    RispondiElimina
  14. Permettermi di rallegrarmi moltissimo per le belle novità in ambito professionale!! Io credo che le farai davvero fuori tutte e due le contendenti :) Insomma si prospetta una bella estate piena! Non ci sarà certo da annoiarsi!!
    Per tuo nonno mi spiace molto, indubbiamente il suo carattere non avrà aiutato a farsi amare ma capisco la gioia che provi nei confronti di tua madre!

    Grazie per aver capito così bene il mio stato d'animo di fine erasmus, ormai sono tornata da quasi due settimane, mentre ero a Palermo quasi non me ne accorgevo, da qualche giorno a Latina invece mi sono accorta che la cosa che mi fa stare peggio è vedere che niente sia cambiato. E' una strana sensazione che non so se riesco a spiegare. Vedere tuttp di immobile mentre dentro di me sento i fuochi d'artificio mi fa sentire disadattata. Per questo passerò tutta l'estate in giro, per evitare nuovamente questo momento, anche se poi dovrò arrendermi. Ho chiesto la tesi e da settembre/ottobre non ci sarà più depressione che tenga!
    Ce la farò? Lo spero!

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Ciao! Ho scoperto da poco il tuo blog ed è bellissimo! Ma che programma usi per fare queste vignette? Scusa se sono indiscreta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!!:D
      Non sei affatto indiscreta anche perchè le vignette non sono mie.
      Sono delle illustrazioni di Kim Casali, puoi cercarle su Pinterest o anche su google :)

      Elimina