lunedì 22 luglio 2013

LOVE IS...qualcuno che ti guarda le spalle




A. nei miei confronti ha un pò la sindrome del "fratello maggiore".
Di quello che ti vorrebbe proteggere da tutto e da tutti e che non sopporta che ti si manchi di rispetto. 
Mi dice che sono troppo buona e che finisce sempre che le persone pensano di potersi approfittare di me, perchè tanto non reagirò.
Vorrebbe che fossi più aggressiva.
Più lottatrice. Un pò più vendicativa.
Ma io anche quando ho una delusione, sono per le rotture pacifiche. Gli spargimenti di sangue, non mi danno alcuna soddisfazione.

Così è stato per le amicizie che si sono rivelate non così vere. Così è stata per qualsiasi cosa nella mia breve vita.
Lui invece puntualmente parte in quarta e vorrebbe staccare le teste a tutti quelli che, secondo la sua opinione, non si sono comportati nel giusto modo con me.


Succede che lo stage in agenzia pubblicitaria di cui vi avevo parlato si rivela essere uno di quei tirocini "mezzi fregatura".
Dai discorsi delle ragazze arrivate lì prima di me, comincio a capire che la pratica della stagista che lavora come una schiava finché non si rompe della situazione, è ormai strategia consolidata.
Io e l'altra ragazza (quella con cui mi contenderei l'ipotetico posto di lavoro) cominciamo a sentire puzza di bruciato.

Però tutto sommato il responsabile, pure se non è il massimo per modi ed educazione, ci è venuto incontro.
Io lavoro tre giorni a settimana full-time, così non devo rinunciare agli impegni con la web-tv.

Lei lavora tutti i giorni ma part-time, così può studiare, dato che è ancora universitaria.
Tutto sembra andare bene fino a giovedì scorso, quando ci arriva un messaggio facebook collettivo dal "capo", che da ora in poi sarà ribattezzato "er pelato".
"Oggi in ufficio non c'era nessuno a parte X. Non importa niente che mi era stato comunicato. Lo scopo di avere delle dipendenti è poter contare su di loro per fronteggiare le emergenze. A questo punto è inutile tenervi. Un cliente mi ha richiesto una demo per lunedì e ora devo fare da solo. Non ho bisogno di gente che abbia altri impegni!"
Al che a me cominciano a vorticare. Numero uno perchè io non sono una dipendente, ma una stagista non retribuita.
Infatti in ufficio c'era solo X che è l'unica a venire pagata (ogni tanto e con comodo da quanto ho capito, ma comunque pagata).
Numero due, quando ti abbiamo chiesto se ti andava bene che facessimo dei turni, tu mi hai risposto che non c'erano problemi. Quindi ora non mi puoi sbraitare via facebook perchè ti rode il fatto che devi lavorare il fine settimana.
Punto terzo se mi avessi chiesto la disponibilità con educazione io avrei pure lavorato sabato e domenica senza fiatare.

Così mentre A. organizza squadre armate per andare a picchiare 'sto tizio che si permette di rivolgersi così alla sua ragazza, manco fosse il manager di una multinazionale, io gli rispondo al messaggio mettendo in chiaro molto educatamente la mia situazione. Spiego che io ho altri impegni semplicemente perchè da parte sua non ho alcuna sicurezza per il futuro e che una sfuriata del genere potrà farla solo se e quando sarò una sua dipendente.


E aggiungi "s ****o di m***a, se ti permetti di rivolgerti a me con questo tono un'altra volta il mio ragazzo ti fa il c**o a strisce!"

Sì certo A. come no.
Pelato d m***a.
A. non esageriamo, mica mi ha fatto niente. Semplicemente è un pò cafone, ma questo lo avevo capito già.
Insomma alla fine il tizio mi risponde: "Ne parliamo di persona".


L'altra stagista lo manda a quel paese il giorno dopo. Arriva in ufficio e non c'è nessuno. Aspetta davanti alla porta per un'ora prima che qualcuno arrivi ad aprire la porta. Er pelato non si scusa. Lei fa la sua mattinata e mi comunica che per quanto la riguarda non ha più intenzione di avere a che fare con nessuno in quell'ufficio.


Io ormai voglio l'occasione per parlargli di persona.
A. passa un'intera giornata a istruirmi.
Devi essere irremovibile. O ti paga o niente.
Puoi cedere sul rimborso spese, ma deve essere una situazione temporanea.
RIPETI.

Sì A. ho capito, non ti preoccupare sono carica.

Sabato sera arriva un altro messaggio collettivo a tutte le stagiste (sia di grafica che di copy) sempre dal nostro pelato preferito:"Lunedì partirò per Roma. X non sarà in ufficio per problemi di famiglia, quindi gli stage sono sospesi. Se qualcuno fosse interessato a continuare dopo le vacanze mi scriva per e-mail."

Ecco io sono allibita. Non ho neanche avuto la possibilità di un confronto faccia a faccia. Ti inventi una partenza last-minute a cui non crede nessuno.
Anche perchè lunedì lo sappiamo tutte che hai l'appuntamento col cliente.

E soprattutto perchè sei così idiota da continuare a postare su fb foto scattate con l'iphone a CittàLavoro.
No, ma aspettami a settembre. Conterò i giorni.

E niente. Ora anche io ho una storia da stage-truffa da raccontare, come tutti i neolaureati medi. In più ho un fidanzato sul piede di guerra.
A momenti lo vedo con lo sguardo perso nel vuoto.
A. a che stai pensando?
A come farla pagare a quel brutto aksjfbvfj **** jnjd ***!


E dopotutto penso che sono fortunata. Perchè, qualsiasi cosa accada, so che A. è al mio fianco e mi guarda le spalle.

27 commenti:

  1. Momosina posso capire momosamente bene la tua momosa frustrazione! Ahimè quando poi ci credi momosamente con tutte le tue forze in qualcosa e poi prendi la delusione è momodifficile reagire. Sono un po' momosamente anche io così: inglobo il colpo e dico dentro di me "vaffanmomosamentelà", tanto è momosamente inutile picchiare o insultare. Se sono momoteste di cappero, rimarrranno tale. Per fortuna davvero che ci sono i momosi A. e Mimo a soccorrerci ahah! :3abbraccio tesorino lovvoso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì infatti Momo...in certi casi il silenzio vale più di mille parole!Meglio non abbassarsi al livello degli idioti :)

      Elimina
  2. Che brutta storia, mi dispiace tanto. . .è bello avere qualcuno che ci protegga. . .io sono come A. ma solo mentalmente. . . cioè sbraito fra me me, m poi cerco di fare sempre tutto in mnaiera tranquilla, anche perchè C invece mi fa ragionare, perchè rovinarci la salute per degli imbecilli che ci prendono in giro. . .le batoste lavorative sono brutte. . .ne ho avuta una anche io dopo 4 anni di lavoro, ma ho smesso di prendermela, perchè mi ammalavo. . .
    In bocca al lupo tesoro! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto sommato sono stata fortunata a saperlo e capirlo subito che non era una cosa che poteva andare... Ora si ricomincia a cercare, spero di imbattermi in gente più seria!

      Elimina
  3. :( anch'io sbraito ma poi mi calmo e ragiono... anche perchè sennò combinerei un guaio dietro l'altro col mio carattere bianco/nero !! che dire? una persona del cavolo, un'esperienza da lasciarsi alle spalle.. anzi vedi il lato positivo : hai perso un posto che era meglio perdere che trovare !! buona serata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì infatti... mi ha insegnato a tenere gli occhi ancora più aperti!

      Elimina
  4. Bravo A.!!
    Certo che il mondo de lavoro va sempre peggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ci sono appena entrata... chissà quante ne vedrò ancora!

      Elimina
  5. Non ho parole, comunque con certa gente è meglio non perderci tempo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì infatti... se penso che ha avuto la faccia da tosta di proporci di rivederci a setttembre mi viene da ridere :D

      Elimina
  6. Risposte
    1. Certo che se continua così il pelato, prima dei trent'anni finisce nella lista nera di mezza sicilia :D

      Elimina
  7. io ho appena avuto una "truffa" per un posto fisso... avevo già dato la disdetta... e non sto qua a commentare troppo... per fortuna il mio capo mi ha ripresa senza storie...
    gente di emme che crede di avere potere...

    RispondiElimina
  8. Io direi che viste le premesse, è stato meglio così, con gente di quel tipo è impossibile rapportarsi in modo civile, non capiscono e quindi o si scende al loro livello o si evitano!

    RispondiElimina
  9. Ma quanti post mi sono persa! :( Non ci credo... in questi mesi sono stata un po' impegnata e mi sono persa di tutto... uffi. Tranquilla mi rimetterò in paro.

    RispondiElimina
  10. E' bello avere accanto persone così. Si, sei fortunata ;)

    RispondiElimina
  11. Io sono già tosta di mio... forse sono io a fare da spalla agli altri.

    Un bacione

    RispondiElimina
  12. Purtroppo la situazione che viviamo in questo momento porta la gente ad approfittarsene. Nel senso che le aziende offrono stage non retribuiti ai neolaureati nella consapevolezza che, siccome necessitano di fare esperienza, sono con l'acqua alla gola. Questo, tuttavia, non dovrebbe dare loro il diritto di trattarci come il tuo capo ha fatto con te. Però, l'importante è avere la fortuna di averci le spalle protette;) un bacione

    RispondiElimina
  13. Mi piace l'idea che il tuo fidanzato abbia questo senso di protezione...se non è esagerato è una cosa molto dolce:) Marito non ci pensa nemmeno con me:-/ Io ho fatto un tirocinio da 6 mesi di denuncia; un tizio folle che ci insultava da mane a sera facendoci fare di tutto mentre lui girava il mondo. Comunque una volta gli è scappato un grazie. Di certo non avrò più paura di un capo dopo quell'esperienza!Comunque è uno schifo: dicono che i giovani non vogliono imparare...ok, ci sono giovani che vorrebbero tutto e subito ma poi c'è la maggiorparte di noi che sta qui, a saltare da un contratto sottopagato (quando ti pagano!) all'altro senza prospettive facendo di tutto e poi ti senti dire che non vuoi metterti in gioco...'fanculo però!

    RispondiElimina
  14. Davvero carino e originale il tuo blog....Diventiamo reciproche followers??Inizio io...ecco fatto! :-)

    RispondiElimina
  15. ma dai cara io sono come te per quindi ti capisco , io comunque direi di non prendertela più di tanto ma di cercare un altro capo più educato e meno idiota!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì infatti...alla fine sono tutte esperienze che aiutano a capire il mondo del lavoro un pò meglio!

      Elimina
  16. Che carino A.!!! Sei fortunata davvero...e "er pelato" un bel faccia a faccia con te se lo merita proprio!!! Distruggilo e poi facci sapere!!!

    RispondiElimina
  17. Mi spiace come siano andate le cose, purtroppo non sei sola nell'affrontare carognate del genere... mercato del lavoro del c***o... queste storie mi fanno sempre innervosire... A. è molto carino, mi ricorda il mio boy prima che capisse che le cose fighe capitano solo agli ingegneri come lui mentre noi annaspiamo in un mare di m... vabeh oggi sono poetica, però fai bene a vederla positiva, abbiamo accanto persone che ci amano e ci supportano sempre! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì infatti... è che loro, tip da "laurea scientifica" vengono proprio da un altro mondo!
      non hanno idea di che giungla sia il mondo dell'editoria/comunicazione: come il pelato ce ne sono ad ogni angolo!

      Elimina
  18. Il mondo delle agenzie è il peggiore. Ho fatto anche io uno stage di un paio di mesi in un'agenzia che da fuori doveva essere strafiga e si è dimostrato un covo di vipere. Sfruttata e trattata a pesci in faccia ho resistito fin troppo.
    Ora sono 4 anni che lavoro in un'Azienda, ed è tutta un'altra vita. Si lavora per progetti, dando valore alle persone.
    Ti capisco.
    Comunque er pelato si merita un linciaggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io cerco di vedere il lato positivo, almeno mi sono accorta di che pasta era fatto poche settimane dopo e non ho perso troppo tempo!Il problema è che spesso si pensa che siccome si è all'inizio e si sta facendo gavetta è normale essere trattati a pesci in faccia e si sopporta di tutto! Anche io preferirei di gran lunga lavorare nell'area comunicazione di un'azienda, ma purtroppo qui in Sicilia la cultura dominante è affidarsi alle agenzie esterne... spero le cose comincino a cambiare anche qui!

      Elimina