domenica 15 settembre 2013

Capita di non sopportare il partner?


Le chiavi di ricerca per me sono sempre fonte d'ispirazione.
Tra un "idee per fare sexting" e un "sexy segretaria", capita sempre di leggere qualcosa d'interessante.

Questa settimana una domanda in particolare ha attirato la mia attenzione: "Vi capita di non sopportare il vostro partner per alcuni periodi?"
L'ho immaginata questa sconosciuta, seduta alla scrivania, che digita la domanda sperando nell'assoluzione di Google.
Magari reduce da una settimana infernale, in fase premestruale acuta, in cui il suo compagno/marito/fidanzato è apparso ai suoi occhi come l'essere più irritante del mondo. 

L'ho immaginata in quella fase in cui tutti i piccoli difetti dell'altro, fino ad allora percepiti come sciocchezze, diventano mostruosità insopportabili. 
Infastidita dal suo russare, dal suo masticare, dal suo stare seduto sul divano a guardare la tv, dopo avergli urlato contro per qualsiasi motivo potesse essere usato come pretesto, si è rifugiata al pc e ha cercato solidarietà online.
Bene. L'ha trovata. Hai la mia solidarietà anonima internauta.
Anche per me ci sono periodi in cui, qualsiasi cosa faccia, A. sbaglia o mi irrita in qualche modo. 

Lo chiamo periodo d'intolleranza acuta.
Solitamente coincide con la fase pre-ciclo.
A
volte il problema, è brutto dirlo, si presenta quando per me è un momento storto, di quelli neri e lui, semplicemente per il fatto di essere la persona più vicina a me, ne paga le conseguenze e deve sorbirsi la mia negatività.
So che non è giusto e cerco sempre di farmi perdonare dopo, ma non ho la sua capacità di dividere la vita in compartimenti stagni.

L'intolleranza acuta però si manifesta in tutta la sua magnificenza, quando decide di combinare qualche boiata di medio-grandi dimensioni.
Io decido di non farglielo notare esplicitamente, per quella teoria tutta femminile del "mi conosce da una vita, deve arrivarci da solo. Deve capirlo che questa cosa X mi ha fatto inalberare".
Il non parlare della cosa X però non fa che peggiorare la situazione.
Perchè lui continua a comportarsi come niente fosse successo (perchè effettivamente per lui non è accaduto niente) e questo mi urta.
E qualsiasi sciocchezza mi infastidisce.
Un bicchiere lasciato un giro, una battuta che magari in un altro momento mi avrebbe strappato una risata, diventano benzina sul fuoco.

Dopo l'esplosione (inevitabile) di solito si raccolgono i pezzi e tutto torna alla normalità.
Perciò cara utente della rete, sì mi capita di non sopportare A. per brevi periodi.

Ma capiamoci, sono brevi. Qualche giorno, una settimana. Non di più.
Se la situazione d'insofferenza va avanti da un periodo medio-lungo, non so, forse è il caso di guardarsi dentro per avere delle risposte.
Perchè Google può dirti come pulire l'argenteria e conosce mille modi per far passare il singhiozzo, ma purtroppo non esistono tutorial su come gestire i rapporti di coppia.


E voi cosa consigliereste alla nostra internauta smarrita?
Il periodo di "intolleranza acuta" colpisce anche le vostre coppie?

19 commenti:

  1. Capita, certo che capita. Io solitamente sono quella che, nel momento di intolleranza, poi fa la sfuriata, perché sono impulsiva e, in quei momenti di "furia", non riesco a vedere la banalità della cosa, che invece lui tenta di propormi (senza successo). Però, come giustamente hai detto tu, deve trattarsi di occasioni e non della normalità, altrimenti l'intolleranza è uno dei primi sintomi di qualcosa che può avere risposta soltanto da se stessi.

    RispondiElimina
  2. Capita, l'importante è che, come dicevi tu, siano brevi periodi...

    RispondiElimina
  3. Capita...ohhhh se capita! però fortunatamente nel mio caso i periodi di intolleranza si riducono a un paio d'ore :D
    Sarà che dopo quasi 37 anni di matrimonio la coppia è più che rodata; sarà che ormai, essendo in menopausa, non devo più temere la sindrome premestruale; sarà infine che preferisco un'immediata, bella e breve sfuriata ai lunghi mugugnamenti...insomma sarà per tutto questo, ma l'idea di mettergli la stricnina nella minestra anche se mi sfiora mi passa subito :D

    RispondiElimina
  4. in un annone quattro mesi... mai :-)

    RispondiElimina
  5. Oh si mi capita, ma per fortuna dura solo qualche ora non più di due giorni al mese.. esprimo il mio fastidio o non parlando o insultandolo a caso, dopodiché mi sento malissimo. Solitamente mi succede qualche giorno prima dell'arrivo del ciclo, lui ormai lo sa e non ci fa caso, incassa e aspetta mi passi per poi prendermi in giro. :)

    RispondiElimina
  6. Mooolto interessante! Ti seguo!

    http://www.maridress.blogspot.it/

    http://www.bloglovin.com/maridress

    https://www.facebook.com/maridressfashionblog

    RispondiElimina
  7. Ebbene capita anche a me! E la teoria del "mi conosce da una vita, deve arrivarci da solo. Deve capirlo che questa cosa X mi ha fatto inalberare" mi rispecchia perfettamente ed è quello che poi mi fa arrabbiare ancora di più per delle cavolate allucinanti oltretutto! Perché si sa che i MASCHI (non definibili uomini in quei momenti) non ci arrivano mai XD comunque poi mi rendo subito conto delle boiaggini che dico e fare la pace è la cosa più bella xD

    RispondiElimina
  8. ...ogni tanto capita...quando sono nervosa ogni cosa fa mi dà fastidio e gliela faccio notare...lui soffia un po' e sdrammatizza magari con una battuta...riportandomi subito il sorriso...alle volte se pure lui è un po' nervoso bisticciamo!!!
    ...ciaooo...lu!!!

    RispondiElimina
  9. Credo capiti a tutte e,molto probabilmente,anche a "parti invertite" (cioè lui non tollera noi) :D
    Comunque,quando son io quella in fase "non sopporto nemmeno l'accostamento cromatico tra i tuoi calzini e la maglietta",generalmente è perchè sono in fase pre-mestruo,pre-esame,pre-avvenimento importante,post kg in +....ma dura poco,molto poco,perchè poi lo guardo,penso a quante cose belle facciamo e a quanto ridiamo insieme e passa tutto!
    Infatti quoto il tuo commento finale;se il non sopportare il partner è questione di poco, rientra nella normalità di coppia.Il non tollerarlo per molto tempo,il non volerlo tra i piedi e il non desiderare la sua compagnia credo sia segno di un amore finito ed è quindi giusto non solo rendersene conto ma accettarne le conseguenze e quanto ne segue :)

    RispondiElimina
  10. A me capita... ma capita anche l'inverso... quindi credo sia normale...
    come è normale che a "subire" sia la persona più vicina

    RispondiElimina
  11. Certo che capita...Come è stato già detto l'importante è che non si prolunghi...Altrimenti è il caso di fare una bella riflessione!!!

    RispondiElimina
  12. buon inizio settimana (; Reb, xoxo.

    * Sul mio blog c'è un post dedicato alla
    VFNO di Firenze, fammi sapere cosa ne pensi:
    http://www.toprebel.com/2013/09/vogue-fashions-night-out-2013-firenze.html

    RispondiElimina
  13. Penso che sia fisiologico arrivare ad un punto in cui non si tollera una persona, non necessariamente un partner ma anche amiche o coinquilini, bisogna solo capire le ragione e comprendere se si tratta di qualcosa di passeggero o sintomo di un disagio più forte. E' importante parlarne però prima che le cose si ingigantiscano.

    RispondiElimina
  14. Quando è capitato in fase acuta coincideva con la fine della relazione...

    RispondiElimina
  15. Mi è capitato; anche periodo da sfiorare il non sopportare come mastica (notoriamente sintomo di amore finito per sempre). Nel mio caso le motivazioni sono sempre state più o meno due: ce l'avevo con lui per qualcosa (vedi quindi arrivare agli sgoccioli della sopportazione) oppure solo fisiologica stanchezza da "devo farmi una doccia, cambiare taglio e abitudini, dai ehi, svegliati". Ecco, cose così. Nel primo caso urge confrontarsi; nel secondo basta capire dove sta l'inghippo e facilmente risolverlo, oppure dirlo al partner (noi ce lo diciamo sempre se siamo scazzati) e sorridendo trovare nuovo relax:)

    RispondiElimina
  16. Uff, certo che è capitato! Di solito è il pre-mestruo, altre volte sono le i angosce esistenziali, altre ancora è proprio lui che ci mette del suo... ma anche per loro in quei momenti non deve essere facile... fortuna che sono passeggeri (più o meno)... :-)

    RispondiElimina
  17. Siiiii mi è capitato a volte! Sopratutto nel periodo prima il ciclo e durante anche! Credo sia normale (lo spero almeno) XD

    Www.thegoldenglam.blogspot.it

    RispondiElimina
  18. Intolleranza acuta? Certo che sì! Scherziamo? Certi giorni mi sveglio apposta apposta per attaccar briga con lui!
    Quando però il periodo di intolleranza acuta inizia a durare un mese, e anche la sola presenza irrita il sistema nervoso, forse è il momento d una pausa...
    Alex V

    RispondiElimina
  19. Gli uomini hanno la capacità innata di farti impazzire...e poi x loro è come se nulla fosse successo...mentre noi continuiamo a pensare a pensare e come dici tu il bicchiere fuori posto è la goccia che fa traboccare il vaso. Ci sono giorni che guardi il tuo lui e vorresti avere un fucile carico sotto il braccio...e usarlo...ma poi in tempi più o meno lunghi passa...meno male...sennò sai che stragi!!!

    RispondiElimina