sabato 3 maggio 2014

Love is... just love!



Non so se vi è capitato di seguire online la vicenda di "Honey Maid".

Lo scorso marzo, questa azienda che produce cereali, ha pubblicato uno spot che ha come protagonista la famiglia. Non quella Barilla o da Mulino Bianco, ma la famiglia nelle sue più svariate accezioni.


C'è anche una coppia gay che coccola il suo bambino e tutti fanno allegramente colazione con questi cereali.

Questo lo spot, se non lo avete ancora visto.







Succede che qualcuno non gradisce la cosa e che lo spot non riceve solo apprezzamenti, ma anche diversi commenti non molto carini. 


Honey Maid però resta ferma nella sua posizione e anzi, trova un modo per trasformare tutti quei messaggi di odio gratuito nei confronti di gente che ama, in un unico messaggio d'amore. 
Nasce così questo video di risposta ormai diventato virale: prendetevi un secondo per guardarlo, io l'ho trovato molto carino, oltre che geniale dal punto di vista della social strategy.




Dopo aver visto questo video ho pensato che pur avendo un blog che parla d'amore e rapporti di coppia, non ho mai dato la mia opinione sull'argomento. Non perchè non voglia prendere una posizione, ma semplicemente perchè davvero non riesco a capire come qualcuno possa permettersi di sindacare sulle scelte di altri quando si parla di sentimenti.

Mia sorella me lo racconta sempre: avevo dieci anni, ero tornata da scuola e mentre lei dopo pranzo si preparava per andare a lezione all'università, io le raccontavo che due miei compagni di classe prendevano in giro un bambino chiamandolo "gay". E che questo bambino piangeva e si disperava come se gli avessero lanciato chissà quale offesa.

E io non lo sapevo proprio cosa significasse quella parola. A casa mia nessuno l'aveva mai usata.
Così mia sorella ha deciso di spiegarmi.
E io però continuavo a non capire.
 

"Allora non è una brutta parola. Se significa amare un'altra persona dello stesso sesso, che c'è da offendersi? Mi sa che forse devo spiegarglielo al mio compagnetto, magari neanche lui sa che significa". 
"Eh C. invece forse lo sa. Il fatto è che qualcuno pensa che non sia una cosa bella."
"E perchè scusa?"
"Perchè di solito gli uomini si innamorano delle donne e perchè solo così si può far nascere un bambino. Quindi pensano che un uomo che sta con un altro uomo o una donna che sta con un'altra donna, sia una cosa contro natura."
"E allora gli uomini e le donne che si amano e non possono avere bambini perchè sono malati? E quelli che non li vogliono proprio i bambini? Anche quelli sono contro natura?"
"Eh vaglielo a spiegare"
"E poi scusa, questi gay vengono a dire a me con chi mi devo sposare? Tipo vogliono che mi sposo con un'altra femmina?"
"No certo che no."
"E allora perchè qualcuno dovrebbe dir loro chi devono sposare? O di chi si devono innamorare? Che cosa stupida! Che ognuno faccia quel che vuole così viviamo tutti felici e contenti."

Non so se i pregiudizi dipendano dalla famiglia in cui cresci, dall'ignoranza o dal luogo in cui vivi. A volte mi sembra che tutto questo sia un alibi.

I miei genitori non sono persone colte. Non mi hanno mai parlato di sesso, di contraccettivi o cose simili.
Sono religiosi. Sarei dovuta diventare un po' bacchettona come loro.
Ho vissuto in un Paesello non piccolissimo, ma di sicuro non in una grande metropoli. Uno di quei paeselli che si nutre di pregiudizi.

Eppure sono riuscita lo stesso a pensare con la mia testa.
A farmi un'idea diversa, ad avere un'opinione mia.


Insomma per me love is...love e basta. E la penso ancora esattamente come quella bambina di dieci anni coi sandaletti e i calzini bianchi con risvolti di merletto.


Non puoi scegliere chi amare. E non sarebbe giusto farlo.
Andare contro i propri sentimenti, quello sì che sarebbe contro natura.

17 commenti:

  1. Bel post, davvero :) Fossero tutti intelligenti come te :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma qui secondo me non è neanche questione di intelligenza, queste cose dovrebbero essere ovvie e spero che arrivi presto un momento in cui una pubblicità come quella venga considerata normalissima e passi inosservata, senza sollevare discussione di alcun tipo!

      Elimina
  2. L'amore c'è ed è amore quando due persone CONSENZIENTI e CONSAPEVOLI decidono di stare insieme nonostante le avversità (e scrivo consenzienti e consapevoli in quanto tantissime persone, difronte alle mie difese verso l'omosessualità, mi rispondono con frasi come "allora anche la pedofilia è amore e dovrebbe esser legale come l'omosessualità" giacchè, per loro, si tratta della stessa forma di depravazione), ma perchè sia riconosciuto e rispettato come tale si dovrebbe insegnare ai bambini a crearsi la propria opinione e non a seguire quella dei genitori.
    Con ciò, concordo con la tua frase "andare contro i propri sentimenti è andare contro natura" e con tutto il resto del discorso :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. o sì l'ho sentito anche il paragone con la pedofilia, ma stiamo scherzando? In quel caso non si tratta di amore per il bambino, ma di molestie e abusi, perchè ci si approfitta del bambino!
      Non so proprio come si possono anche solo accostare le due cose.
      Poi non capisco perchè si debba pretendere di imporre un proprio modo di vedere a tutti.
      Io ad esempio non battezzerei mai mio figlio/a perchè credo che una scelta del genere la debba prendere lui/lei stesso quando sarà in grado di capire che cos'è la fede. Non per questo pretendo che il battesimo sia dichiarato illegale o mi metto a protestare davanti le parrocchie del paese. Capisco che si tratta di una mia opinione e di una mia scelta e la tengo per me, gli altri facciano quello che gli pare!

      Elimina
  3. I due video sono spettacolari. Lanciano un messaggio bellissimo, soprattutto il secondo.
    Io sono assolutamente d'accordo con te. L'amore è amore, come si può imporre o peggio negare una cosa del genere?
    Ognuno di noi sa cosa chiede il proprio cuore, perché deve essere un'altra persona a dire che non lo possiamo ascoltare, che è sbagliato?E soprattutto, chi decide cos'è giusto e cosa non lo è?
    L'omosessualità non è contro natura, assolutamente. Si informassero: in natura esistono animali omosessuali (anche se mi sa tanto di etichetta sta cosa, ma va beh, è solo per capirci). Purtroppo l'ignoranza è una brutta bestia, ci vorrà un po' di tempo affinché tutti se ne rendano conto.
    Bel post, ti abbraccio :)

    RispondiElimina
  4. Non sapevo di questo spot e delle solite tristi polemiche che si sollevano in questi casi... ma se sono servite per creare il bellissimo video di risposta, ben vengano.
    Perché il video, per quanto si tratti sempre e comunque di marketing, dice tutto.
    Tanto, in ogni caso, ci sarà sempre qualcuno che andrà contro ogni cosa, contro tutto ciò che non viene considerato "normale", e francamente credo che i motivi di ciò non siano neppure interessanti.
    Ma per fortuna ci sono tante altre persone, come te, che la pensano diversamente.
    Purtroppo l'intolleranza di alcuni a volte pesa come un macigno e rappresenta un ostacolo alla felicità di altri, nei casi peggiori o più estremi, di chi non ha la forza uguale e contraria, rappresenta anche un ostacolo a vivere.
    Ecco, questo sì che mi fa rabbia. Perché vorrei che tutti avessero quella libertà, come ce l'ho io, che ti permette almeno di provare ad essere felice, come meglio credi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, quello che mi fa rabbia è proprio questo, che questi giudizi spesso spingono a vivere i rapporti di nascosto. Perchè non tutti sono forti abbastanza e hanno le spalle abbastanza larghe da sopportare i giudizi, i commenti, le occhiatine. E parlo per esperienza, dato che una persona a me molto cara vive la sua storia segretamente. E mi dispiaccio e non lo trovo giusto. Perchè sono gli altri ad essere sbagliati, non lei, non la sua compagna, non la loro storia.

      Elimina
  5. ciao!!
    bellissima e veramente intelligente la risposta dell'azienda!!
    ottimo post
    ti aspetto presto:http://emmapru16.blogspot.it/
    un bacione
    Emma

    RispondiElimina
  6. Non conoscevo lo spot, quindi grazie, ma soprattutto le parole spese. A volte si parla più facilmente del problema piuttosto che del suo risvolto migliore: gente che ha capito che stare a sindacare (o peggio) sui gusti sessuali altri è qualcosa di inutile e del tutto controproducente, per sé e per gli altri. Si tocca una sfera delicata, fatta di mille sfaccettature ed è difficile anche già da soli capirsi, immagina un occhio esterno!
    Un bacio cara :)

    RispondiElimina
  7. Carissima,
    non conoscevo questo spot e mi ha fatto una tenerezza immensa e fantastica è stata la risposta dove sono stati utilizzati i messaggi negativi e le critiche per crearne un un'unica parola, quella dell'amore. E chi siamo noi per decidere quale tipo di amore sia giusto o sbagliato?
    Sono d'accordo con te "andare contro i propri sentimenti sarebbe contro natura"

    RispondiElimina
  8. un post incredibile che mi sono sentita di condividere immediatamente...

    RispondiElimina
  9. Non penso che i pregiudizi dipendano dall'ambiente in cui cresci, anche se sicuramente un po' di influenza ci sia. Penso che il capire gli esseri umani sia una questione di sensibilità personale: purtroppo non tutti sono capaci di provare empatia. Poveretti...

    RispondiElimina
  10. Incontrai un ragazzo italiano, durante la mia esperienza a Londra. Un ragazzo gay. Non ho mai avuto pregiudizi, perché ho sempre ritenuto che l'amore non si comanda, ma lui mi ha permesso di conoscere almeno un po' la prospettiva di chi vive certi sentimenti. È dovuto fuggire dal nostro Paese e dalla piccola realtà in cui viveva. Finché un paese consente questo, non credo sia un Paese che garantisce la libertà.

    RispondiElimina
  11. Io apprezzo mille volte di più uno spot e un messaggio come questo rispetto a quello della famigliola con lei che fa la casalinga truccata e vestita come negli anni '50.

    RispondiElimina
  12. ...viva la libertà e l'amore in tutte le sue forme!!!
    ...un bacione!!!

    RispondiElimina
  13. bellissimo post...:) hai ragione, purtroppo ...non tutti sono in grado di capire ...

    RispondiElimina