lunedì 26 maggio 2014

Love is... la follia delle liste nozze.



Si è aperta ufficialmente la stagione dei matrimoni, che tralasciando l'aspetto romantico della questione, diciamocelo, non so nel resto d'Italia, ma qui al sud è particolarmente pesante sotto l'aspetto economico.

E non solo dal punto di vista degli sposi, sia ben chiaro, ma anche degli invitati che devono sborsare cifre non indifferenti per i regali e che nel caso in cui siano obbligati a partecipare alla cerimonia della cugina di quarto grado, dovranno anche acquistare abiti, scarpe e borse per l'occasione.
Si lo so, esistono anche casi in cui si partecipa a dei matrimoni in cui ti interessa davvero degli sposi.
E il regalo lo fai col cuore e anche la ricerca dell'abito pesa meno e bla bla bla, ma ciò non toglie che il portafogli si ritrova vuoto comunque.


Alla fine di agosto tra prime comunioni, matrimoni, battesimi e chi più ne ha più ne metta, tirando le somme ti accorgi che con tutto quello che hai speso saresti potuta partire per due settimane alle Maldive, invece ti ritrovi come tutti gli anni a Paesello bello.
Dopotutto lo diceva pure la canzone "per quest'anno non cambiare, stessa spiaggia stesso mare".


In realtà non ho una famiglia numerosa e gli amici apriranno le danze a partire dal 2015, quindi per questa volta me la cavo abbastanza bene. Per quest'anno gli inviti sono solo due. In entrambi i casi si tratta di persone di famiglia e l'altro giorno per telefono parlavo con mia madre del regalo.
"Ma poi sei passata a dare un'occhiata alla lista nozze di Tizia?"
"Sì e menomale. Era finito quasi tutto. Alla fine ho preso da parte nostra una zuppiera e da parte di tua sorella una zuccheriera."
"Ah solo la zuppiera? Pensavo dovessi spendere intorno ai 500 euro"
"Infatti è costata 450 euro. La zuccheriera 175 invece. Pensa che c'era una lattiera da 150 euro!"
"COOOOOSA?"

Ora io mi chiedo quale insana forza si può impadronire di una ragazza tra l'altro giovane, e convincerla a mettere in lista una zuppiera che costa quanto un weekend a Parigi.
E soprattutto non riesco a concepire una zuccheriera e una lattiera così costose: quando pensi di utilizzarle? Hai in programma di invitare a casa la regina Elisabetta per l'ora del tè?

Non posso far altro che credere che esista una sorta di spirito maligno della lista nozze che si impadronisce della sposa(in alcuni casi anche della madre e della suocera della sventurata) non appena varcata la porta del negozio prescelto.
Non c'è altra spiegazione: cosa potrebbe spingere altrimenti una persona umana a inserire in lista cose così costose e inutili che marciranno in una vetrinetta (se ne possiede una) o in alcuni scatoloni in garage, nell'attesa dell'occasione giusta.
Che naturalmente non arriverà mai.

Forse è l'ebrezza del "tuttogratis", "puoiaverequellochevuoi" che ti manda in confusione, facendoti aggiungere l'ennesimo posacenere di cristallo, nonostante abbiate l' intenzione di stabilire il divieto di sigarette accese in casa.

Mia madre e mia nonna hanno collezionato così tanti servizi di piatti e bicchieri immacolati, che io, le mie sorelle, i nostri figli e i nostri nipoti, non avremo la necessità di acquistarne a vita.

Non so forse anche io, influenzata dallo spiritello, metterò nella mia lista nozze due candelabri di un famoso designer d'avanguardia, per poi passare ore a capire dove mettere le candele.

"A. mia madre ha comprato il regalo a Tizia, indovina quanto è costata la zuppiera? CINQUECENTO EURO!"
"STICA... ti immagini ci regalano una cosa del genere e poi la faccio cadere?"
"Ti chiedo il divorzio. Ma non ti preoccupare non ho minimamente intenzione di fare una lista nozze simile. Io mando tutti in agenzia di viaggi. Così ci fanno un buono e in base alla cifra raggiunta scegliamo una meta o più destinazioni. E non voglio neanche sapere quanto mette ciascuno. Così tutti sono liberi di regalarci quello che possono, che i discorsi del tipo "almeno mi devo pagare il piatto al ristorante" mi fanno rabbrividire."
"Beh ma possiamo fare lo stesso anche al negozio d' elettronica... Per televisore, playstation4"
"No se tu metti la play station io metto la piastra professionale per capelli. E la gelatiera. E l'impastatrice.Oddio mi sa che lo spirito della lista nozze si è appena impossessato anche di me. Solo cose utili però quando sarà il momento. Lo prometto."
"A me basta il televisore."

Lui si che è un uomo di sostanza.

E voi su cosa avete puntato o su cosa pensate di puntare nella vostra lista nozze? O non l'avete fatta o pensate di non farla per lasciare libertà di scelta agli invitati?Siete alle prese anche voi con "l'impoverimento da regali"?

23 commenti:

  1. Aneddoto random: mia sorella optò per entrambe le liste: viaggio e cristalleria/elettronica. Seconda opzione scelta dalla maggioranza, lista viaggio praticamente senza adesioni, nonostante i messaggi molto poco subliminali della famiglia. Dopo questa esperienza, sono arrivata alla conclusione che forse è meglio mettere poco: televisore stra-bello, frigorifero, lavatrice. Basta. Piatti, ne ho. Corredo, pure troppo. E per gli eterni indecisi: "non fiori, ma opere di bene!"
    Il viaggio così è organizzabile con le reali possibilità economiche e non contando su fondi inesistenti... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ti regalerò una bilancia analitica, un comodo essiccatore per quando fuori piove e non puoi asciugare le mutandine e un meraviglioso mantello riscaldante per il biberon dei bimbi ^_^

      Elimina
    2. Piastra con bagno ad olio siliconico in caso di contenitori dalle forme non consone. Termocoppia ovviamente inclusa (che te lo dico a fare). Essiccatore non lo so... però una scorta di carta da filtro può sempre servire :)

      Elimina
  2. AHShahAHhahAH oddio non avevo mai pensato allo spiritello maligno della lista nozze! Sai che forse forse non hai torto?
    Comunque, spiritello a parte, posso dirti che sì; ci son tante ragazze della nostra età (o più piccole) che ADORANO boiate come zuppiere, zuccheriere, servizi da te ecc ecc stile Regina Elisabetta! Anzi, ti posso pure confermare che una coppia di neo sposini che conosco (ma che, per fortuna, non sono amici miei) han scelto una cucina in stile...come definirla? COUNTRY? Ecco, sì, country. -.-
    Della serie "qui è tutto talmente intagliato a forma di frutti che se una tarma prova a farci il nido crolla la casa" -.-
    Comunque.....a tal proposito io e il mio A. abbiamo deciso; lista nozze di soli elettrodomestici :D
    No servizi (ci sono quelli delle mie nonne, di mia madre, di sua madre...), no portafoto no minchiate varie! Solo elettrodomestici come frigorifero, televisori, stereo, microonde, bimby... :D
    Ovviamente potrei esser sempre soggetta ad una sindrome da zuppiera eh :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma poi io mi chiedo, il "servizio buono" di solito lo usi per gli ospiti "importanti", tu agli ospiti importanti servi la zuppa??? Ma quando mai?
      Forse ogni tanto quella di cozze...niente non mi riesco a capacitare.E sai qual è la paura? Che non mettendo in lista piatti/bicchieri/portafoto e cavolate simili, la gente ha il coraggio di andartele a comprare fuori lista che "possonosempreessereutilielorononlosanno"!

      Elimina
    2. Utili si....per rivenderli e usare quei soldi al meglio xD Ma dico io, non si può fare come nell'antichità che c'erano gli sposi che giravano con un cappello dove i parenti infilavano le buste piene di soldi??? xD

      Elimina
    3. Questo metodo mi pare più sensato, come dicevo. Se dai la possibilità di regalare zuppiere, te le regaleranno, è così... Le zuppiere volontarie spaventano anche me, senza contare le composizioni di fiori di seta da appendere (viste, ahimé), centrotavola in cristallo di Boemia a forma di cigno (no comment), il kit per fonduta e polenta (sì, ho assistito anche a queste scene, in SICILIA), e robe altamente INutili e COSTOSE per cui l'unico istinto è VENDERE, VENDERE COME SE NON CI FOSSE UN DOMANI. E poi te li tieni, perché non si sa mai... il garage ringrazia :P

      Elimina
    4. Anche dei miei amici avevano avuto poce adesioni alla "lista viaggio". Il fatto è che tanti hanno l'idea che devono regalarti UNACOSACHETIRIMANE ( sì sullo stomaco dico io), come se i ricordi di un viaggio poi non restassero! Santa busta, per tutto il resto c'è e-bay :)

      Elimina
  3. Noi l'abbiamo fatta online con zankyou ottimo servizio. Trasferendoci all'estero preferivamo buste/viaggio. Le prime sono impersonali e il viaggio mi da sempre l'impressione che tutto cada nel mucchio. Così in pratica gli spiri potevano scegliere se comprare una quota del viaggio che corrispondeva ad una certa escursione ad esempio, piuttosto che il viaggio aereo o delle ulte per creare un fondo casa. ovviamente si andava da regali da pochi euro a regali più importanti, ma anche di questi si poteva comprarne una sola quota (alcuni hanno scelto di prenderlo per intero altri hanno preso delle quote)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah a noi tornava utile come servizio perché ospiti sparsi per l'Italia e anche dall'estero che quindi hanno potuto vedere il sito nella loro lingua e fare tutto comodamente con la carta di credito (o bonifico)

      Elimina
    2. ho dato un'occhiata, carinissimo! Sprattutto per chi ha amici e parenti sparsi in giro e non vuol fare 10mila liste!

      Elimina
  4. Risposte
    1. Chissà se esiste un "galateo del regalo di nozze"? Potresti pensare a un post ;)

      Elimina
  5. Non posso che darti ragione, io se mai mi sposerò andrò direttamente in agenzia di viaggi, della zuppiera da 500 euro non me ne farei nulla! E magari metto in lista anche il televisore come dice A., quello dopo tutto serve! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì il supertelevisore in effetti ci sta...sulla playstation ci devo riflettere :D

      Elimina
  6. Un bel viaggio in qualche posto non ancora visitato, Australia o America Latina :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io spero di farci uscire il giappone o un on the road negli Usa o tutti e due se gli ospiti sono particolarmente generosi :D

      Elimina
  7. Questo problema non si pone essendo il mio Omino convinto convivente e basta, ma odio le liste nozze in cui ci sono cose inutili ed eccessivamente costose... Piuttosto un viaggio di nozze! Oppure cose utili oer la casa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò io era una di quelle che dava per scontato il fatto che si sarebbe sposata. Ora che vivo insieme ad A. invece non so, non vedo cosa cambierebbe...il matrimonio comincio a vederlo solo come una spesa inutile! Mi sa che sto diventando "convinta convivente e basta" anche io :)

      Elimina
  8. ...come ho fatto bene a sposarmi a febbraio...
    mi sono evitata la confluenza di mille matrimoni...

    RispondiElimina
  9. Non vi preoccupate, io mi sposo a Novembre xD
    Comunque a me sembrerebbe un po' male mettere in lista cose così costose. La cosa positiva della lista nozze è che almeno non rischi di comprare cose non gradite. Ma effettivamente non si può mettere cose troppo costose, su. Io manco la userei la zuccheriera xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco brava...non capisco perchè tutti si affannano per accaparrarsi il periodo maggio-agosto. Soprattutto qui da me in SIcilia, dove diciamocelo, non è che se ti sposi a gennaio rischi la tormenta di neve!!! Per non parlare del periodo sett-dicembre che secondo me è fantastico e gli invitati evitano anche di far la sauna!

      Elimina
  10. Io la penso proprio come te, per fortuna agli ultimi matrimoni a cui ho partecipato la lista nozze è stata fatta in agenzia viaggi o non è stata fatta per niente (scelta che per i miei gusti è decisamente troppo rischiosa!). Penso davvero che in certi casi la sposa venga impossessata da uno spirito maligno che la consiglia in malo modo! Io avevo fatto la lista nozze in agenzia e ho fatto un viaggio di nozze da favola, che nessun servizio di piatti o candeliere di design potranno mai ripagare!

    RispondiElimina