lunedì 23 giugno 2014

LOVE IS... fidanzate da mondiale

immagini da  myloveis.wordpress.com




Ogni quattro anni la donna anti-calcio che si accompagna all'uomo-calcio, dopo aver aspettato con ansia la fine del campionato, si ritrova a sorbirsi anche le partite dei mondiali.

Dovete sapere che il mondiale per "l'uomo calcio" è una cosa seria.

Non c'è fuso orario che tenga.
E non sono solo le partite della sua nazionale che vanno seguite.

Perchè c'è un motivo buono per vedere tutte le altre.
Per motivi fantacalcistici, perchè "gioca uno squadrone", perchè dobbiamo gufare e cose di questo tipo.

Quindi, visto che A. è l'uomo-calcio per eccellenza, non farete fatica a immaginare che dalla serata di apertura il nostro televisore (o lo streaming con telecronaca in giapponese sul pc) è sempre sintonizzato su un verde prato con 22 tizi in calzoncini e magliettina che corrono su e giù dietro ad un pallone.

A. prende il mondiale molto seriamente e ha preteso che appendessimo ben due bandiere. Una per balcone. Non sia mai che i condomini con appartemento che si affaccia sul cortile interno non potessero vedere la nostra italianità. Volete scherzare?
Poi per non farsi mancare niente, partecipa a ben due fantamondiali, cosa che lo tiene impegnato non poco nello studio della formazione perfetta da schierare.

E dopo la partita ci sono le profonde e serie discussioni con gli altri amici-calcio. Naturalmente si trasformano tutti in allenatori professionisti: loro sanno esattamente cosa non è andato bene, se solo Prandelli li chiamasse per sentire i loro pareri, la nazionale si ritroverebbe in finale ad occhi chiusi.


Poi ci siamo noi, le fidanzate anti-calcio,che reagiscono in maniera differente al mondiale.


La fidanzata anti-calcio che diventa ultrà
Lei di calcio non capisce una mazza, ma la nazionale è la nazionale.

Il mondiale è tutto un' altra cosa. Unisce. Emoziona. Non puoi non tifare Italia.
E si trasforma in una sorta di ultrà. Urla contro il televisore, costella la casa di tricolori come se non ci fosse un domani. Dipinge sulla sua faccia la bandiera italiana e commenta la partita sui social.
La fidanzata anti-calcio, che durante il mondiale subisce questa trasformazione, può però in alcuni casi assumere comportamenti irritanti per l'uomo calcio, soprattutto quello che predilige assistere alle partite in relgioso silenzio, salvo qualche urlo di esultanza o qualche parola poco carina nei confronti degli avversari o in caso di errori della squadra del cuore.
Questo perchè a volte non capisce quello che sta accadendo in campo e inizia a porre fastidiose domande. "Perchè l'arbitro ha fischiato?" "Ma perchè il pareggio non va bene per noi?" "Ma quello con la palla è Tizio? Quello sposato con Tizia, ma che ha una figlia con Caia?"


La beauty-tifosa

A lei della nazionale non importa un fico secco, ma è un'occasione per dar sfogo alla sua passione. Ad ogni partita sfoggia un trucco perfetto ispirato ai colori della bandiera italiana o sfavillanti nail art verdi, bianche e rosse.
Tanta stima.

La foody-tifosa
Lei le partite le passa ai fornelli. Preferisce allontanarsi dall'orda di tifosi che soffrono davanti al televisore. Ogni tanto controlla il risultato e i minuti che mancano al fischio finale per coordianrsi con i tempi di cottura.
La foody tifosa prepara stuzzichini con cui spillucare durante la partita, è pronta a consolare il gruppo con i suoi manicaretti in caso di sconfitta o a rimpinzare tutti durante i festeggiamenti.

Inutile dire che anche in questo caso il cibo e le stoviglie sono un tripudio di verde, bianco e rosso.
Io amo la foody tifosa.

La gossip-tifosa
Lei è informatissima su tutti i retroscena del mondiale. Più che sul risultato delle partite è concentrata sui test di gravidanza di Fanny e sulla separazione di Buffon. Non si perde gli outfit delle lady dei calciatori e non manca di sbavare sulle foto del belloccio in calzoncini di turno.
Nei novanta minuti di gara l'occhio più che in campo cade sulla platea: fondamentale studiare assenze e presenze importanti, look dei vip in tribuna e cose simili, magari consultando il profilo twitter della starlette di turno.

L'anticalcio rompiscatole
Tutti la odiano e fuggono a gambe levate quando la incontrano il giorno della partita. Le leggende sostengono infatti che porti un po' sfiga.
Lei è tutto un "se non ho mai seguito il calcio perchè mi dovrei accanire per il mondiale?"
"La povera gente nelle baraccopoli in Brasile e i calciatori nei resort a cinque stelle, che schifo!"

"Le olimpiadi, al massimo per quelle posso tifare Italia. Lì trovi gente che dedica la vita allo sport, a volte si annulla per raggiungere un obbiettivo, altro che quei quattro scansafatiche miliardari dei calciatori".
"E poi tutto questo patriottismo che viene fuori solo per i mondiali di calcio lo trovo deprimente e assurdo!"
Insomma potrei continuare, avete capito il genere.



Io faccio outing: sono un'odiata e temuta anticalcio rompiscatole.


E voi invece? Fate parte di qualcuna di queste categorie? O riconoscete amiche e fidanzate? Come state vivendo il mondiale?







 

4 commenti:

  1. Ahahah io sono uns ibrida xD sto lì, buona, buona ed in silenzio. Dipende dall'ora mi appisolo pure ihih. Però tendo anche io all'ultima categoria, soprattutto per la frase finale. Assolutamente la stessa che ho pronunciato io più volte xD mi consola non essere l'unica :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo in buona compagnia, lo cantava anche Gaber "mi scusi presidente, lo so che non gioite se il grido Italia Italia, c'è solo alle partite..." :D

      Elimina
  2. Io mi sa che sono una categoria a parte, la calcio-indifferente (leggi: vivi e lascia vivere), però stranamente in occasione dei mondiali un po' le partite le seguo, quest'anno strananmente sono più informata io sul calendario delle partite che mio papà :D mi piacerebbe però trasformarmi in una foody-tifosa, almeno una ha la scusa per non dovere essere costrtta a guardare le partite, no? ;)

    RispondiElimina
  3. I mondiali mi sono sempre piaciuti..mc il resto Forza Samp! Nella categoria anti calcio che diventa ultra ci vedrei bene qualcuno di mia conoscenza!

    RispondiElimina