lunedì 10 novembre 2014

Love is... in salute e malattia #2

Immagine da Pinterest



Vi scrivo da un appartamento completamento immerso nelle tenebre.
Tapparelle abbassate, tende tirate.
Luci spente.
Una giungla piena di spigoli su cui andare a sbattere. 
A pranzo si gioca a "indovina dov'è la bottiglia d'acqua" e a "trova il piatto".

Ma perchè direte voi?
Vengo e mi spiego: A. ha deciso di sottoporsi al laser, per rimuovere miopia e astigmatismo e dire addio ad odiati occhiali e lentine.
Così da sabato ci siamo traformati nella famiglia Cullen, visto che anche un minimo raggio di luce, lo fa impazzire dal dolore e imprecare come il peggiore degli scaricatori di porto.




In un vecchio post vi raccontavo di quanto possa essere irritante tale uomo con una semplice influenza. Immaginatelo quindi adesso, alle prese con dolori e fastidi, abbastanza importanti (o almeno così dice lui e così confermano quelli che si sono sottoposti a tale tipo di intervento).




Lui è lì da due giorni, buttato sul letto ad ascoltare partite e a non far altro.

Credo che si sia formato un solco sul materasso in corrispondenza del suo corpo. Dormicchiando tutto il giorno, la notte si gira e rigira tenendo sveglia la sottoscritta. E si lamenta. Di continuo. E non c'è cosa che uccide il mio desiderio più di un uomo che si lamenta per il dolore.
L'omo ha da soffrì in silenzio. Perchè quando lo fa a voce alta è insopportabile. E basta.


Insomma per farla breve: non ce la posso fare.
Potrei mollarlo a casa nel buio da solo da un momento all'altro ve lo dico.

Chiamate la protezione fidanzati.

Che a me sta benissimo starti vicino nel momento del bisogno e bla bla.

Non ho problemi a mettere la sveglia alle SETTE E MEZZA di DOMENICA MATTINA perchè devi mettere il collirio; non ho problemi a cucinare/lavare/ portarti il cibo in camera perchè dalla cucina filtra troppa luce; abbassare tapparelle al tuo passaggio; schierarti la formazione fantacalcio e leggerti le pagelle.
Ma poi tu non sei autorizzato a essere nervoso e intrattabile e a rispondermi pure male. Anche perchè non stai morendo, nessuna malattia si è abbattuta sopra di te, ti sei sottoposto VOLONTARIAMENTE a un intervento che è annoverato tra quelli di chirurgia ESTETICA.
E che non guido lo sapevi da prima, non è che mi sono svegliata stamattina e ho deciso di non prendere la macchina per portarti al controllo dall'oculista.
Non c'è bisogno di sottolineare che "in casi come questo non servo a niente".




Vabbè l'avete capito, più che un post è uno sfogo.

Mettere tutto nero su bianco mi è servito a non diventare violenta. Perchè poi si può litigare con un convalescente? No, quale essere senza cuore lo farebbe.
Voi che mi leggete potete essere felici, avete contribuito a garantire l'incolumità fisica di un povero cecato pro-tempore.

E niente, siccome nonostante tutto sono una fidanzata modello, ora vado a ricordargli di mettere il collirio. Sperando che non mi faccia ancora cercare su internet come agisce il principio attivo perchè cit. "Devo capire che cos'è questo coso che mi fa un male della miseria ogni volta che lo metto."



E comunque ribadisco, io voglio essere esonerata dalla parte di "in salute e in malattia" dei voti matrimoniali. Da malato posso sopportarlo, ma amarlo e onorarlo no vi prego, è chiedere troppo!!!


23 commenti:

  1. Uh anche Mimo aveva momosamente fatto quel tipo di momosa operazione. :3
    Beh guarda momosina, alla momosa prossima che ti dice sù, lascialo momosamente barcollare nel momoso buio impestato della casa e ...altrochè non servire a momoniente!
    Gli uomini senza noi momosine come momofanno!!?? :3
    Un momoso bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma Mimo dopo quanto ha ricoinciato a sopportare la luce? Dimmi che in una setimana è tornato come prima ti prego!!

      Elimina
  2. Ahahahahah, guarda non c'è nulla da fare, gli uomini non sopportano manco un raffreddore!!
    Cerca di portare pazienza :) piuttosot, la gatta come ha preso questa situazione?? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Marchesa (che già normalmente lo venera) non lo lascia un attimo. Da due giorni sta in camera con lui full time nonostante le tenebre profonde... e poi dicono che i gatti non hanno sentimenti!

      Elimina
  3. Divertentissimo post! :-D ...scusa eh...se lo dico..capisco che per te invece è un calvario! :-) abbi pazienza. ..finirà!

    RispondiElimina
  4. Non sai quanto ti capisco, non solo una è li presente, fa tutto quello che dice lui, cerca in qualunque modo di alleviare anche le più piccole sofferenze, lo accontento per evitare la sua infelicità, ma almeno vorrei non essere sgridata dal suo nervosismo o dal suo ciclo mestruale! eh va beh so maschi!

    RispondiElimina
  5. ahahah la parte finale mi ha fatto morire, comunque posso capirti, ma è anche vero che quando si sta male (e posso solo lontanamente immaginare il suo fastidio, io che odio persino mettere le lenti a contatto) si diventi anche intrattabili. Quindi pazienta ancora un po' che presto o tardi finirà :)

    Un bacione.

    RispondiElimina
  6. Ho deciso che ogni volta che si ammalerà, lo rispedirò a sua mamma, nun ce la posso fa a sopportarlo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che la madre di A. Finirebbe per rimandarlo a me 😂

      Elimina
  7. Mi hai fatto scompisciare. e comunque non ho trovato scritto da nessuna parte che non si può litigare con un convalescente!!! #quandocevòcevò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici? Oppure accumulo accumulo e poi appena è guarito gli rinfaccio tutto?! :D

      Elimina
  8. L'ha fatta anche mia sorella, ma in quanto donna non sente dolore XD In realtà dopo un giorno circa, stava anche in cucina con gli occhiali da sole! Ma non poteva fare quella con cui dopo vede subito? Non ha nemmeno bisogno di collirio. Io intendo farla! Credo sia un buon investimento. Aspetto i 26 anni e la faccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so perchè l'oculista gli ha consigliato la tecnica prk... Forse dipende dal tipo di problema e dai parametri corneali, comunque pare che oggi vada già meglio...comincia a vedere le scritte grandi e abbiamo potuto alzare le tapparelle!

      Elimina
  9. Anche mio marito aveva fatto la stessa operazione, ma tanti tanti anni fa, ci eravamo appena messi insieme e per fortuna ognuno abitava ancora con i genitori! Comunque porta pazienza, dopo una settimana dovrebbe ritornare “normale”!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì fortunatamente già oggi sembra andare molto meglio!

      Elimina
  10. Ah meno male che ci sei tu a ricordarmi che la vita di coppia non è tutta rose e fiori e quindi da single non si sta poi così male! :-D

    RispondiElimina
  11. Per fortuna quando il marito ha fatto questa stessa operazione non era ancora entrato nella mia vita... ma in compenso mi sono sorbita un'operazione di ernia inguinale che normalmente si fa in day hospital e che lo ha visto ricoverato per tre giorni ed in convalescenza per oltre un mese. Più che un uomo, un budino accidenti!
    Si sa che medici ed infermieri sono i peggior pazienti del mondo! Per questo il chirurgo gli ha quasi fatto l'anestesia totale pur di farlo smettere di importunare i colleghi che lo dovevano operare...
    Piacere di conoscerti, grazie di esserti unita al mio blog!!!
    A presto

    RispondiElimina
  12. Ah ah ah...E' proprio vero che gli uomini malati sono davvero insopportabili...Hai tutta la mia solidarietà...

    RispondiElimina
  13. sono vissuta con un padre che, al minimo dolorino, era da ricovero...
    sono sposata ad un marito che, ulula con un'aquila quando gli spingo indietro le pellicine facendogli la pedicure...

    RispondiElimina
  14. ahhh.mia cara ..quante cose mi ricordano queste sopportazioni che noi donne dobbiamo sempre portarci addosso..
    Ma mi mancano credimi, mi mancano da morire ora che non le posso più avere se non nel ricordo..
    Sopporta con pazienza , a volte scatta , reagisci è umano, ma l'amore è anche questo...
    Sarei felice tu ricambiassi la mia icrizione.., grazie , te ne sono grata!
    Un abbraccio bagnatissimo ..
    http://rockmusicspace.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie di cuore per la tua graditissima iscrizione, mi hai fatto felice dopo una giornata apocalittica...
      Un po' di sole non guasta mai...Vado subito a salvare il blog tuo nel roll preferiti...
      Un bacio e grazie di cuore!

      Elimina
    2. Figurati è stato un piacere tra l'altro ero convintissima di averlo già fatto, invece ricordavo male!

      Elimina
  15. "ci siamo trasformati nella famiglia cullen": ti adoro

    www.nonsidicepiacere.it

    RispondiElimina